#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Tutti pazzi per lo sport e la cultura

Boom di associazioni ricreative: trenta per 9 mila abitanti

Forte la passione per la musica con la banda musicale e il coro polifonico. L’assessore Pisu: «Aumentati i contributi per favorire le attività».
È boom di associazioni culturali e sportive a San Gavino. Una cittadina che supera i novemila abitanti e che ne può vantare più di trenta. Insomma nel tempo libero non c’è che l’imbarazzo della scelta e ci sono associazioni che rispondono a qualsiasi tipo di interesse. Negli ultimi anni poi il loro numero è aumentato in maniera vertiginosa. È difficile trovare chi non ne frequenti almeno una o chi non dedichi qualche ora alla settimana per praticare attività fisica in palestra o all’aperto.

Così «Progetto Danza» riunisce un centinaio di appassionati del ballo: «Ci ritroviamo due volte alla settimana», dice il presidente Antonello Zaru. «Il latino-americano piace tantissimo, ma c’è anche chi va pazzo per la danza classica». Sono quasi i cento i soci di una delle ultime nate, l’Università della Terza Età del Monreale. «Le lezioni», spiega il presidente Salvatore Manno, «si svolgono una volta alla settimana, il venerdì alle 17, ma questo pomeriggio 26 dei nostri soci si metteranno in tuta da ginnastica e scarpe da tennis per una corsa».

I settori di intervento delle associazioni sono i più diversi. Così i volontari dell’Euro 2001 sono sempre in prima linea per far fronte alle esigenze di primo soccorso ed intervengono con l’ambulanza mentre l’associazione Delfino è nata per iniziativa di un gruppo di famiglie per aiutare i disabili. Pieni di vita e di voglia di fare sono gli oltre cento soci degli «Anziani sempre giovani» che hanno il proprio quartier generale in via Convento. C’è poi il gruppo micologico zonale, presieduto da Salvatore Curreli, che organizza delle mostre molto accurate sui funghi, mentre «Sa moba sarda» si occupa di cultura e in particolare di recupero delle tradizioni e dell’etnografia.  «Far parte di un’associazione», spiega l’assessore alla Cultura Marco Pisu, «è una via che favorisce la pratica di un’attività. Quest’anno abbiamo aumentato di 10mila euro i contributi assegnati alle società sportive istituite da tempo». Inoltre la Giunta comunale a fine anno ha deliberato 52mila euro da suddividere per le attività che sono state organizzate lo scorso anno.
Di turismo ed eno-gastronomica si occupa la Pro Loco. «Abbiamo favorito», dice il presidente Marco Ennas, «la promozione dello zafferano in particolare con la mostra regionale. Ma siamo pronti ad intervenire anche per cercare di risollevare il carnevale». Più di 15 sono anche le società sportive: Campidania, Sangavinese, Atletica Podistica, Sporting Club, Tennis Club Monreale, Vitalis, Circolo Santa Teresa, Monreale, Fuel Triathlon, Dafne, Tennis Tavolo, Monreal Bike, Oratorio San Giovanni Bosco, Albatros e Due Castelli. «Siamo 38», dice il presidente di quest’ultima, Cesare Crobu, «pratichiamo calcio e calcetto».

Forte la passione per la musica con la banda musicale e il coro polifonico. Tra le altre ci sono ancora le Chine Vaganti, Anno Zero, Revolution, i Marinai d’Italia, Santu Engiu – Su Tzaffaranu, Eleonora d’Arborea, Pro Mondo, il Piccolo Teatro Umoristico, il Cif e i commercianti.

Fonte: Gigi Pittau su Unione Sarda di lunedì 19 gennaio 2009

Lascia un commento