19.2 C
San Gavino Monreale
mercoledì, 28 Ottobre 2020

Tomba dei giganti di San Cosimo

Emergenza sanitaria

Coronavirus, 27 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +174 nelle ultime 24 ore

Sono 174 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 27 ottobre 2020 continua...

Coronavirus, 26 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +231 nelle ultime 24 ore

Sono 231 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 26 ottobre 2020 continua...

Consiglio Regionale, un’interrogazione sulla sospensione delle cure radioterapiche ai pazienti oncologici

"Ottobre, mese tradizionalmente impegnato per la campagna di prevenzione e lotta contro il tumore al seno, vede tantissime donne che potrebbero essere...

Venerdì 6 novembre, a San Gavino una campagna di raccolta di sangue straordinaria

L'emergenza sanitaria sta rendendo questo 2020 complesso dal punto di vista della raccolta sangue. Ad aggiungersi al tradizionale calo delle donazioni estive,...

Coronavirus, 25 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +195 nelle ultime 24 ore

Sono 195 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 25 ottobre 2020 continua...

A pochi chilometri di distanza dal nostro paese c’è uno dei reperti di epoca nuragica più interessanti del Medio Campidano. Alcuni amici del nostro sito sono andati a visitarlo e hanno scattato delle belle foto che vogliamo condividere con tutti voi. Magari potrebbero essere lo spunto per una “gita culturale” primaverile.

Come arrivare: Sulla S.S. 131 al km 44,7 si svolta a Sanluri e si procede in direzione di Guspini. Dopo San Gavino si prende il bivio a sinistra per Gonnosfanadiga, e si prosegue verso Guspini sulla S.S.126. Si prende il primo bivio a sinistra, poi si svolta a destra verso Arbus, si continua per km 2,5, e si prende una strada sterrata per le cave di sabbia. Dopo m. 300 m. al bivio si svolta a destra poi si prosegue per altri 200 m. Qui si trova la tomba, davanti ad una cava di ghiaia.

Descrizione : Questa tomba è costruita in blocchi di granito lavorati rozzamente, ed ha ancora il pavimento in buono stato. La camera è lunga 26m., ed è scavata sotto il livello del terreno, mentre la sua altezza è di circa 2m., con sezione a trapezio. Il periodo in cui è stata costruita è intermedio nella cultura nuragica, come hanno appurato gli scavi, che sono iniziati nel 1981 ed hanno prodotto molti reperti interessanti, come alcune olle caratteristiche della fase centrale dell’ età del bronzo. I reperti sono visibili al Museo Archeologico di Sardara.

Foto gentilmente concesse da G.Tocco e C.Nati

Articoli correlati

Ultime News

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 27.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna:• 28 attualmente positivi (+1 da ieri) di cui 27 in isolamento domiciliare e 1 ricoverato con...

Coronavirus, 27 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +174 nelle ultime 24 ore

Sono 174 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 27 ottobre 2020 continua...

DPCM e ristorazione: asporto e consegne a domicilio sono permessi, sfruttiamoli!

Da lunedì 26 ottobre tutte le attività di ristorazione sono obbligate a osservare le disposizioni dell'ultimo DPCM, che prevede orari "ristretti" dalle...