#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Bufera su un opuscolo distribuito alle famiglie: viola la par condicio

Comune, ritirata la guida. «Uno spot»
Arriva la Finanza e il commissario blocca la spedizione

Un candidato contesta la guida spedita alle famiglie con il saluto dell’ex sindaco in corsa per il voto. Arriva la Finanza. Opuscolo ritirato.

A San Gavino si infiamma la campagna elettorale in vista delle elezioni comunali del 6-7 giugno ed ora intervengono pure la prefettura di Cagliari e la guardia di finanza di Sanluri. Il motivo? Un esposto presentato da uno dei componenti della lista civica «Il Progetto San Gavino Monreale» in cui si lamenta la mancanza del rispetto della «par condicio» in basse alla legge 28 del 2000 che tutela la parità di accesso ai mezzi di informazione proprio in periodi di campagna elettorale. In particolare l’oggetto del contendere è la guida ai servizi sociali predisposta dall’amministrazione uscente e presentata a dicembre 2008. Fin qui niente di strano, ma il fatto è che questo opuscolo fino a venerdì 22 maggio stava arrivando via posta nelle case delle famiglie con in bella vista in terza pagina un saluto di presentazione del sindaco uscente Stefano Musanti e dell’ex assessore ai servizi sociali Silvia Mamusa, entrambi candidati in una delle cinque liste che partecipano alle elezioni comunali.

Di qui l’immediata azione svolta dalla guardia di Finanza di Sanluri guidata dal comandante Marcello Marino che si è recata venerdì al Comune di San Gavino, dove si è trattenuta alcune ore, parlando tra gli altri con il commissario straordinario Filippo Craparotta. Le Fiamme Gialle hanno così raccolto ampia e documentata documentazione sulla vicenda che sarà subito trasmessa alla prefettura e al comitato regionale per le comunicazioni (Corecom). Così la spedizione dell’opuscolo alle famiglie sangavinesi è stata interrotta come ricorda con poche parole il commissario straordinario Filippo Craparotta: «La spedizione è stata subito sospesa, il fatto è vero: non ho altro da aggiungere».
L’opuscolo è stato stampato dall’amministrazione uscente con 3622 copie da distribuire alle famiglie. Il costo, che comprendeva le spese di spedizione, è stato di circa 6mila euro e c’è da chiedersi che fine farà questo opuscolo. Su questo fatto non mancano i commenti dei candidati: «L’esposto è stato fatto – commenta Giorgio Olla, candidato sindaco della lista da cui è partita la segnalazione – da un cittadino rispettoso delle regole».

Sulla stessa linea Bruno Deidda, candidato nella lista «San Gavino Monreale in primo piano»: «È un fatto scorretto si tratta di un vero e proprio inquinamento elettorale». Intanto prosegue la presentazione delle liste elettorali ed oggi alle 19.30 nella mediateca comunale di viale Rinascita sarà presentata quella civica «Il Progetto San Gavino Monreale» mentre è stato annullato il passaggio a San Gavino di Dario Franceschini, segretario nazionale del partito democratico previsto per oggi. Insomma la campagna elettorale entra nel vivo ed ora si attendono ancora altre scintille e c’è chi promette che non mancheranno le sorprese.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Lunedì 25 maggio 2009

Lascia un commento