#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Il neosindaco Cruccu «Chiedo collaborazione»

Il candidato della lista San Gavino Monreale in primo piano

Gianni Cruccu

Ha intenzione di rimboccarsi le maniche e di mettersi subito al lavoro il nuovo sindaco di San Gavino Gianni Cruccu, 56 anni, eletto nelle file della lista civica «San Gavino Monreale in primo piano». Una sfida all’ultimo voto che alla fine ha visto uscire vincente l’ex assessore ai lavori pubblici della giunta Melas con appena 28 preferenze di scarto sulla lista «Democratici del Centrosinistra» guidata dal primo cittadino uscente Stefano Musanti.

I NUMERI
Finite le elezioni comunali vengono alla ribalta tanti volti nuovi e bocciature di lusso nelle diverse liste in gara. Intanto il nuovo consiglio comunale sarà composto da 11 consiglieri di maggioranza a cui se ne aggiungono 5 della minoranza. A fianco del nuovo sindaco ci sarà una squadra composta in prima fila da Bruno Deidda, il più votato con 133 preferenze, uno dei «ribelli» della ex Margherita che ha contribuito a far cadere la maggioranza di centrosinistra guidata dall’ex sindaco Stefano Musanti. Sembrerebbe che su Deidda siano confluiti anche i voti del Pd «area Margherita», ma ovviamente si tratta solo di supposizioni.
A seguire Giovanni Mostallino, consulente assicurativo, con 126 preferenze con un lungo passato da amministratore anche come assessore. Terzo per numero di preferenze Paolo Onnis con 120 che in passato ha ricoperto il ruolo di assessore ai lavori pubblici. Successo personale (105 voti) anche per Gian Carlo Corda, l’ex consigliere di maggioranza poi passato all’opposizione. C’è poi Franco Serrenti (59), insegnante in pensione che ritorna in consiglio dopo un’assenza decennale.

ESORDIENTI
Tanti i volti nuovi come Chiaro Brau, assistente tecnico del ministero della difesa (26 voti); Stefano Garofano (40) consulente credito e assicurazioni; Mauro Manfredi, impiegato (54); il presidente della squadra di calcio Monreale Patrick Porceddu (30), l’impiegata Cinzia Uda (59) e la pensionata Paola Vanzo (93).
Per la minoranza oltre a Stefano Musanti, Angela Canargiu, Giorgio Olla e Nando Usai, siederà sui banchi del consiglio per la lista «Democratici del centrosinistra» l’ex vicesindaco Nicola Garau che può vantare un successo personale di 171 preferenze.

BOCCIATI
Tra le bocciature eccellenti risalta quella dell’ex consigliere regionale Sandro Frau che si ferma a 96 voti, dell’ex assessore comunale all’ambiente e agricoltura Rita Orrù (26 preferenze) mentre l’ex assessore ai servizi sociali Silvia Mamusa (invocata da alcuni come candidato sindaco) si ferma a 93 voti. Nella lista guidata da Angela Canargiu la più votata è Rita Garau, la presidente del Centro Italiano Femminile con 88 consensi mentre Valentina Mamusa ne conquista 81. Nella lista capitana da Giorgio Olla i più votati sono Giuseppe Pisu (61) e Sergio Corrias (59) mentre nella lista guidata da Nando Usai il più votato è l’ex assessore alle politiche giovanili Daniele Turnu (77 preferenze) e giovanissimo il liceale Simone Angei, 19 anni, ottiene ben 58 preferenze. Una curiosità: chi ha vinto ha ottenuto il 35 per cento dei voti (1 sangavinese su 4), la seconda lista si è fermata al 24,50 per cento, la terza al 22,18 e le altre rispettivamente al 12,08 per cento e all’11,40.

COLLABORAZIONE
Intanto il sindaco Gianni Cruccu vuole iniziare un nuovo ciclo: «Speriamo di trovare la collaborazione anche dell’opposizione. I voti di scarto non sono tanti, è stata una vittoria sofferta. Dobbiamo recuperare il rapporto con i cittadini e con i dipendenti del Comune dove dobbiamo riportare un clima di fiducia e di collaborazione».
Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Mercoledì 10 giugno 2009

Lascia un commento