#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Multe in arrivo per le strisce blu

Stangata per 200 automobilisti sorpresi senza tagliando di sosta

Quasi duecento verbali di contestazione arriveranno a casa di tutti coloro che hanno lasciato la macchina nel parcheggio segnalato dalle strisce blu senza il regolare pagamento del ticket a San Gavino.
Lo segnala il comandante della polizia municipale Massimiliano Orrù: «Si tratta del periodo compreso tra aprile-maggio-giugno, sono già partiti per la notifica 90 verbali e altri 100 sono pronti per la spedizione. La sanzione prevista dalla legge è di 38 euro + 11 per spese di notifica e procedimento più l’eventuale azione civile da parte del gestore per il recupero della somma dovuta». Di qui l’invito rivolto a tutti i cittadini sangavinesi e non di premunirsi della scheda gratta e sosta prima di effettuare la sosta del veicolo.

Ausiliare del traffico

Ausiliare del traffico

Nel caso in cui non si dovesse trovare subito l’ausiliare del traffico, la raccomandazione è, prima di allontanarsi definitivamente dalla zona, di contattare l’ausiliario al traffico per regolarizzare il parcheggio e consegnare allo stesso il biglietto avviso che viene apposto sul parabrezza . Ma sulla questione di accende la polemica e tra i consiglieri di minoranza c’è chi come Angela Canargiu vorrebbe dei correttivi: «Il verbale – rimarca – viene fatto subito, ma ci vorrebbero almeno 15-20 minuti di tolleranza: i più danneggiati sono stati i baristi che hanno perso molti clienti. Tutti questi posteggi a pagamento non servono. L’interesse di chi gestisce le strisce blu deve essere contemperato da un’azione amministrativa».

Sulla questione interviene l’assessore all’urbanistica e ai lavori pubblici Bruno Deidda: «Abbiamo ereditato – rimarca – questa situazione dalla precedente amministrazione. Il numero eccessivo di notifiche pone problematiche anche di carattere economico. Da un lato emerge che molti non vogliono pagare i parcheggi nonostante all’inizio ci sia stata una tolleranza, dall’altro c’è la ditta che deve vivere da questo servizio e il Comune che deve far rispettare le regole».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Venerdì 31 luglio 2009

Lascia un commento