Carnevale Storico Sangavinese 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

La rimpatriata degli emigrati mobilita per due giorni il paese

È tutto pronto per la giornata dedicata agli emigrati sardi nel mondo che si svolgerà domani, martedì 11 agosto. Un’iniziativa organizzata dalla Pro Loco e sposata dal comitato dei festeggiamenti di Santa Chiara che si aprono oggi. Gli inviti sono stati spediti a tantissimi circoli degli emigrati sardi in Italia e all’estero come in Francia, Germania, Brasile, Argentina, Australia e Stati Uniti. Non sono mancate le risposte e, oltre ai tanti emigrati sangavinesi, che trascorrono le ferie in paese, saranno presenti altri come Enzo Cugusi, emigrato di Gavoi che lavora da una vita a Torino dove riveste il ruolo di consigliere comunale da otto anni: «Ho saputo dell’iniziativa della Pro Loco di San Gavino in ricordo degli emigrati – sottolinea – e ho apprezzato lo sforzo di coinvolgere le realtà organizzate degli emigrati sardi in Italia e all’Estero : i circoli. sono 63 in Italia e molti all’Estero». E proprio a Torino, dove gli emigrati sardi sono circa 20mila (60 mila considerando l’area metropolitana) ci sono tantissime persone originarie del Medio Campidano: «A Torino – aggiunge Enzo Cugusi, che si occupa di immigrazione e lavora in prefettura – vivono 203 cittadini nati a San Gavino, diversi emigrati da molti anni, moltissimi di recente emigrazione. Il flusso della diaspora sarda non si è mai interrotto, non ha le dimensioni degli anni 50 e 60 ma continua».

La giornata si aprirà la sera come ricorda il presidente della Pro Loco Marco Ennas: «Alle 19 sarà celebrata la messa con la partecipazione degli emigrati. Dopo ci saranno balli e canti e una degustazione di piatti tipicia base di zafferano. offriremo anche un piccolo ricordo a tutti gli emigrati che parteciperanno a questa giornata che contiamo di ripetere ogni anno. Abbiamo organizzato questa manifestazione in collaborazione con l’amministrazione comunale e il comitato dei festeggiamenti di Santa Chiara, il cui parroco don Pierangelo Zedda ha sposato subito l’iniziativa».
Inoltre ci sarà un’area dedicata alla proiezione di filmati sulla Sardegna e su San Gavino, legati alla raccolta dello zafferano e alla lavorazione della terra cruda. In piazza Marconi l’associazione culturale «Sa moba sarda» ha allestito una mostra fotografica intitolata «Come eravamo una volta» che il 12 sarà visitabile nel museo dalle 18 in poi ed ancora per tutto agosto il giovedì e il sabato.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda Lunedì 10 agosto 2009

Lascia un commento