10.7 C
San Gavino Monreale
mercoledì, Aprile 1 2020

Medaglie ricordo per tutti gli emigrati

Da leggere

Il Sindaco Carlo Tomasi su San Gavino Monreale . Net

In esclusiva per il sito San Gavino Monreale . Net, le risposte del Sindaco Carlo Tomasi alle nostre domande in questi giorni...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 1 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 722 a 745 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Coronavirus, in Sardegna picco di contagi nelle prime due settimane di aprile?

Il numero di contagiati dal coronavirus in Sardegna è in crescita soprattutto a causa dei focolai negli ospedali e nelle case di...

È stata vissuta con grande emozione la prima giornata dedicata agli emigrati sardi nel mondo organizzata dalla Pro Loco cittadina. In tanti hanno gremito in ogni ordine di posto gli spazi della chiesa di Santa Chiara dove è stata celebrata la santa messa proprio per gli emigrati. Al termine della celebrazione, dopo i saluti del vicesindaco Bruno Deidda, il momento più commovente con la consegna di un piccolo ricordo: una medaglietta a forma di Sardegna opera di un artigiano locale Luca Congia. Tutti gli emigrati sangavinesi hanno ringraziato scandendo il proprio nome al microfono, ma non tutti hanno trovato la forza di prendere la parola per la forte emozione e per il riconoscimento che la Pro Loco ha voluto dare loro dopo una vita di lavoro trascorsa lontano dal proprio paese di origine.

Immagine di repertorio della Chiesa di Santa Chiara e del suo campanile
Immagine di repertorio della Chiesa di Santa Chiara e del suo campanile
Sono state 50 le medagliette consegnate in ricordo di questa giornata indimenticabile agli emigrati, la maggior parte provenienti da città come Torino e Milano, ma non solo. Dopo la classica foto di gruppo ai piedi dell’altare, il prosieguo dei festeggiamenti inseriti all’interno della festa di Santa Chiara, patrona del paese.
«In piazza Marconi – evidenzia il presidente della Pro Loco Marco Ennas – sono stati distribuiti come degustazione 200 piatti con i malloreddus allo zafferano, formaggio, vino e dolci come amaretti e ciambelline». Nel piazzale a fianco del Comune sono stati proiettati filmati ed immagini storiche del paese che in molti hanno osservato con un pizzico di nostalgia. Molto apprezzata la mostra di foto storiche dell’associazione culturale Sa moba sarda, mentre uno spettacolo musicale ha concluso la bella serata a cui hanno fatto seguito il giorno seguente i festeggiamenti per la patrona Santa Chiara: è stato per tutti un momento di fede e profonda devozione con la partecipazione del parroco don Pierangelo Zedda e del vescovo della diocesi Monsignor Giovanni Dettori.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Lunedì 17 agosto 2009

Altri articoli

Ultime News

Il Sindaco Carlo Tomasi su San Gavino Monreale . Net

In esclusiva per il sito San Gavino Monreale . Net, le risposte del Sindaco Carlo Tomasi alle nostre domande in questi giorni...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 1 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 722 a 745 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Coronavirus, in Sardegna picco di contagi nelle prime due settimane di aprile?

Il numero di contagiati dal coronavirus in Sardegna è in crescita soprattutto a causa dei focolai negli ospedali e nelle case di...

#siamotuttiunici, il Comitato Genitori per la sensibilizzazione sull’autismo

Il Comitato dei Genitori ha aderito all'iniziativa nazionale #siamotuttiunici per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla realtà dell'autismo. Un semplice...