19.6 C
San Gavino Monreale
martedì, Aprile 7 2020

Lo zafferano per accogliere i crocieristi

Da leggere

Raccontare San Gavino ai tempi del coronavirus. Ospiti del 6 aprile, Andrea Pau e Roberto Pusceddu

Da ieri, tutte le sere dal lunedì al venerdì alle 21:30 andrà in onda "Raccontare San Gavino ai tempi del coronavirus". Il...

E tu che mascherina sei? Mandaci le tue foto!

Ecco un articolo più giocoso sul tema mascherine! Per distrarvi dalle polemiche e, nello stesso tempo, invitarvi a indossare la mascherina, abbiamo...

Come farsi una mascherina in casa in 45 secondi

In queste ore sta imperversando la discussione (condita da qualche immancabile polemica) sull'ordinanza che da oggi obbliga all'utilizzo delle mascherine all'interno degli...

Critiche costruttive e confronti con altre realtà sulle mascherine e l’obbligo di usarle in pubblico

A commento della pubblicazione, nella data di ieri, di un’ordinanza con decorrenza immediata sull’obbligo di indossare le mascherine a San Gavino Monreale,...

Zafferano
Zafferano
Zafferano, riso e dolci per conquistare i turisti. Sono i prodotti che alcuni artigiani di San Gavino porteranno nel punto di accoglienza per i crocieristi al porto di Cagliari. Si tratta di un’importante opportunità per far conoscere la nostra gastronomia e il nostro territorio, un’iniziativa promossa dall’assessore alla Cultura e alle Attività produttive Paola Vanzo e dall’assessore all’Agricoltura e ambiente Paolo Onnis, che hanno coinvolto anche la Pro Loco.

All’incontro che doveva mettere a punto la macchina organizzativa erano presenti, tra gli altri, Stefano Curreli, produttore di riso, e Tiziana Usai, che preparerà i dolci caratteristici. Lo zafferano sarà portato dai produttori Fausto Caboni e Gavino Inconis (in Comune era presente la moglie Chiara Meloni), entrambi appartenenti anche al presidio “Slow food”, e Rosanna Pinna, socia della Pro Loco. «Siamo orgogliosi – dice Stefano Curreli – di partecipare alla riuscita della manifestazione».
I produttori avranno la possibilità di presentare lo zafferano, il riso e i dolci il 4, il 17 e il 18 settembre, date nelle quali è previsto anche l’arrivo delle navi da crociera. Per l’occasione il Comune ha preparato una brochure in cui al testo in italiano è affiancato quello in inglese grazie alla traduzione di Franca Messina, sangavinese nata a Londra che, come interprete, aiuterà i produttori a farsi capire dai croceristi.

«Inoltre – spiega l’assessore Paolo Onnis – stiamo pensando alla possibilità di portare anche un suonatore di launeddas o di un altro strumento tradizionale». La Pro Loco vuole far conoscere l’uso dello zafferano: «Non vendiamo solo il prodotto – dice il presidente Marco Ennas – ma anche la cultura dell’oro rosso. Siamo la capitale italiana dello zafferano».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Sabato 22 agosto 2009

Articolo precedenteRapina alla Lidl: bottino di 1.400 euro
Articolo successivoMusica nel Sangue

Altri articoli

Ultime News

Raccontare San Gavino ai tempi del coronavirus. Ospiti del 6 aprile, Andrea Pau e Roberto Pusceddu

Da ieri, tutte le sere dal lunedì al venerdì alle 21:30 andrà in onda "Raccontare San Gavino ai tempi del coronavirus". Il...

E tu che mascherina sei? Mandaci le tue foto!

Ecco un articolo più giocoso sul tema mascherine! Per distrarvi dalle polemiche e, nello stesso tempo, invitarvi a indossare la mascherina, abbiamo...

Come farsi una mascherina in casa in 45 secondi

In queste ore sta imperversando la discussione (condita da qualche immancabile polemica) sull'ordinanza che da oggi obbliga all'utilizzo delle mascherine all'interno degli...

Critiche costruttive e confronti con altre realtà sulle mascherine e l’obbligo di usarle in pubblico

A commento della pubblicazione, nella data di ieri, di un’ordinanza con decorrenza immediata sull’obbligo di indossare le mascherine a San Gavino Monreale,...

Mascherine obbligatorie per tutti all’interno di esercizi commerciali e uffici pubblici, l’ordinanza a San Gavino Monreale

Nuova ordinanza pubblicata oggi dal Comune di San Gavino Monreale. Si torna a parlare di mascherine, che diventano obbligatorie all'interno di negozi,...