#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Ospedale, è giallo sui soldi

Botta e risposta tra i consiglieri Giuseppe Cuccu e Sisinnio Piras. Stasera dibattito in piazza.

Il consigliere del Pd vuol sapere dall’assessore regionale alla Sanità Liori dove sono finiti i milioni stanziati a suo tempo per il raddoppio dell’ospedale. Il suo collega del Pdl sostiene invece che i finanziamenti mancanti saranno presto trovati.

L'Ospedale di San Gavino Monreale

L'Ospedale di San Gavino Monreale

Giallo-finanziamenti sull’ospedale di San Gavino. Da una parte l’opposizione regionale sostiene che sono spariti dal bilancio regionale i fondi del raddoppio stanziati quando il Pd era al comando. A stretto giro replicano i consiglieri del Pdl, ieri in minoranza e oggi in sella. «No, i soldi ci sono». Se ne parlerà stasera in piazza a San Gavino.

«La Giunta vuole cancellare i fondi per la realizzazione dell’ospedale di San Gavino Monreale». Lo dice il consigliere regionale del Pd, Giuseppe Cuccu, che ha presentato un’interrogazione all’assessore alla Sanità, Antonello Liori. «Il piano regionale dei servizi sanitari 2006/2008», ricorda Cuccu, «ha previsto un importante aumento dell’offerta ospedaliera attraverso la realizzazione di una nuova struttura nel Comune di San Gavino Monreale. Ma nella bozza del Programma Regionale di Sviluppo, predisposto dalla Giunta Regionale, si definisce “incomprensibile” l’utilizzo delle risorse per la costruzione del nuovo ospedale di San Gavino e “clientelare o a bassa priorità l’inutile ospedale”».

Cuccu ricorda l’importanza del progetto per la realizzazione della nuova struttura con 250 posti letto, di cui 194 per acuti e 56 per lungodegenza e riabilitazione, soprattutto perché l’Ospedale di San Gavino. Senza dimenticare «la mobilitazione generale di tutte le forze politiche e sociali del territorio della Provincia del Medio Campidano che ha visto, negli anni, sindaci, consiglio e giunta provinciale, consiglieri regionali del territorio e sindacati uniti per chiedere a gran voce il potenziamento del servizio ospedaliero nella Provincia del Medio Campidano con nuovi posti letto e con altro personale sanitario, chiedendo inoltre di reperire i finanziamenti per avviare il progetto di costruzione della nuova struttura ospedaliera “Nostra Signora di Bonaria”, conclude il consigliere del Partito democratico.
«L’ospedale di San Gavino si farà e non si perderà neppure un euro», afferma invece in una nota il consigliere regionale del Pdl Sisinnio Piras.

«I fondi – afferma Piras – cioè 45 milioni sono disponibili in bilancio della Regione, poi la giunta di centro sinistra sbandierava l’impegno di altri 47 milioni, virtuali come al solito, con una delibera di giunta. Dopo la bocciatura del Piano sanitario regionale da parte del Tar, quei soldi saranno da reperire altrove, e lo faremo attraverso altre fonti, come ad esempio coinvolgendo imprenditori in un project financing».
«Gli allarmi lanciati dal centrosinistra in questi giorni sono solo strumentali ed esclusivamente finalizzati alla disinformazione. La sanità pubblica del Medio campidano sarà potenziata e resa più fruibile dai cittadini del territorio».
Stasera dibattito (ore 18) in piazza Marconi.

Fonte: Unione Sarda di Sabato 12 settembre 2009


Ma noi di San Gavino Monreale . Net non ci fermiamo alle fonti “ufficiali” e rispondiamo a chi parla di disinformazione di fronte alla giusta preoccupazione di tanti lavoratori sangavinesi, riportando alcuni stralci estratti dal Programma Regionale di Sviluppo 2010-2014 varato dal governo della Regione Sardegna.
Preghiamo i nostri governanti regionali di argomentare seriamente e di spiegare a noi cittadini sangavinesi i punti poco chiari (anzi, a noi sembrano chiarissimi) del programma, senza nascondersi dietro la “teoria del complotto” che pare andare troppo di moda in questi ultimi tempi.

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA
PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO

XIV Legislatura
2010-2014

Capitolo 8: I servizi per il benessere

Di questa seconda direttrice fa parte anche il capitolo degli investimenti strutturali e strumentali per i quali si dispone di risorse che, pur cospicue in valori assoluti, sono certamente insufficienti a fronte del grande sforzo di rinnovamento di cui la Regione
abbisogna dopo anni di stasi nei quali il grosso delle disponibilità è stato incomprensibilmente dirottato per la costruzione del nuovo ospedale di San Gavino. (pag. 177)
[…]
Nel precedente Piano sanitario regionale era prevista la costruzione dei nuovi ospedali di Cagliari, Alghero e San Gavino e un importante intervento di ristrutturazione del SS. Annunziata di Sassari. A tale scopo era previsto un ammontare di risorse pari a
circa 800 milioni: purtroppo le previsioni si sono rivelate ottimistiche e oggi le somme a disposizione sono molto inferiori. (pag.186)
[…]
Sarà valutata con attenzione la situazione del nuovo ospedale di San Gavino che l’annullamento del PSR ha reso irrealizzabile nei termini finora ipotizzati, eventualmente realizzando solo in parte la nuova struttura e recuperando una parte delle risorse già impegnate, in alternativa a una possibile completa cancellazione della nuova realizzazione sostituendola con un profondo intervento di ristrutturazione dell’attuale ospedale. (pag.187)

Lascia un commento