#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Mobilitazione per salvare l’ospedale

Appello del sindaco Cruccu dopo la pubblicazione della bozza regionale

Un invito alla mobilitazione per evitare lo scippo del nuovo ospedale. È questo l’appello che lancia il sindaco di San Gavino Gianni Cruccu all’indomani della pubblicazione della bozza del programma regionale di sviluppo in cui si definisce «clientelare o a bassa priorità la costruzione del nuovo nosocomio». Se maggioranza e opposizione si scambiano reciproche accuse, diverso è il modo di porsi di Cruccu. «Prendo atto della bozza della Regione nonostante le rassicurazioni ricevute – rimarca Cruccu – al di là degli schieramenti politici, dobbiamo essere tutti uniti per evitare che il territorio venga scippato del nuovo ospedale. Se anche si ristruttura il vecchio, che fine devono fare i pazienti nel frattempo?». Insomma le chiacchiere non bastano più: «Voglio documenti programmatici e non parole. Siamo pronti alla mobilitazione e alla protesta per evitare che i soldi già stanziati (45 milioni di euro) vengano utilizzati per la costruzione di un nuovo ospedale nella provincia di Carbonia-Iglesias. I reparti dell’ospedale sono pieni, la vecchia struttura non è più sufficiente. Servono nuovi reparti come la pediatria, l’oncologia, la neurologia e la cardiologia intensiva (Utic)».

Tante le reazioni nel territorio e c’è chi come Giorgio Zucca, sindaco di Sardara del Pdl, invita a confrontarsi in modo sereno: «I 47 milioni mancanti Soru li aveva programmati – accusa – ma mai messi in bilancio: c’era solo una delibera di intenti. Inoltre il piano sanitario elaborato dalla precedente giunta regionale è stato bocciato dal Tar. Credo che il nuovo ospedale di San Gavino debba essere rivisto confrontandosi con le forze politiche, sociali e con chi opera nel settore. Bisogna partire dalle esigenze del territorio senza sperpero di denaro pubblico e senza accontentare i politici di turno. C’è bisogno di una sanità efficiente a partire dal pronto soccorso».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Domenica 13 settembre 2009

Lascia un commento