10.7 C
San Gavino Monreale
mercoledì, Aprile 1 2020

Demolito in fonderia un capannone storico

Da leggere

Il Sindaco Carlo Tomasi su San Gavino Monreale . Net

In esclusiva per il sito San Gavino Monreale . Net, le risposte del Sindaco Carlo Tomasi alle nostre domande in questi giorni...

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 25.356 € dopo 9 giorni

Dopo 9 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 25.356 euro grazie alla donazione...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 1 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 722 a 745 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Il vecchio capannone
Il vecchio capannone
È polemica sulla demolizione dello storico capannone in ferro della fonderia di cui rimaneva solo lo scheletro. L’ex sindaco Stefano Musanti spara a zero sull’attuale amministrazione: «Hanno demolito – denuncia – l‘unica testimonianza dell’ultimo anello produttivo della filiera mineraria. Era una struttura in cui si lavorava il materiale proveniente dalle miniere e portava fuori il prodotto finito. Questa testimonianza di un passato storico di alto livello che ha portato il nome di San Gavino in tutta l’Europa è stata cancellata da un atteggiamento irresponsabile. Un atto gravissimo che ha portato al depauperamento identitario della nostra cultura. Il tutto è stato fatto nel totale silenzio. La Syndial deve bonificare l’area, ma come precedente amministrazione avevamo chiesto di restituire quell’area alla comunità come pure l’utilizzo delle strutture e delle aree a fini civili».

Ma è pronta la replica dell’assessore ai lavori pubblici Bruno Deidda: «La precedente amministrazione – rimarca – ha tentato di bloccare, senza riuscirci, quel progetto che prevedeva lo smantellamento delle strutture esistenti. Al nostro ingresso ci siamo ritrovati con un dato di fatto già deciso dal ministero dell’ambiente. Era stato tutto fatto quando, insieme con l’assessore all’ambiente Paolo Onnis, siamo andati alla conferenza di servizi con il ministero dell’ambiente. Inoltre la copertura era in amianto, un materiale pericolo e la struttura in ferro non era sicura».
C’è il problema dell’inquinamento: «Lasciarlo così può causare tantissimi danni alla collettività. La bonifica sarà un muro di cemento per proteggere le falde».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Lunedì 05 ottobre 2009

Altri articoli

Ultime News

Il Sindaco Carlo Tomasi su San Gavino Monreale . Net

In esclusiva per il sito San Gavino Monreale . Net, le risposte del Sindaco Carlo Tomasi alle nostre domande in questi giorni...

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 25.356 € dopo 9 giorni

Dopo 9 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 25.356 euro grazie alla donazione...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 1 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 722 a 745 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Coronavirus, in Sardegna picco di contagi nelle prime due settimane di aprile?

Il numero di contagiati dal coronavirus in Sardegna è in crescita soprattutto a causa dei focolai negli ospedali e nelle case di...