#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Pendolari ostaggio dei treni-lumaca

Due ore e mezzo per arrivare da Cagliari: fermate improvvise e proteste.

Treno fermo alla stazione di San Gavino

Treno fermo alla stazione di San Gavino

Un’odissea. È questa la sintesi del viaggio di molti pendolari che lunedì sera hanno preso alcuni treni partiti da Cagliari e diretti a San Gavino ed Oristano. «Sono partito dal capoluogo – racconta Renato Sechi, uno dei tanti pendolari – alle 18.30, il treno sarebbe dovuto arrivare alle 19.22. In realtà il convoglio ha accumulato un ritardo enorme e siamo giunti a San Gavino dopo le 21. C’è stato un guasto prima di arrivare a Villasor e abbiamo dovuto aspettare i treni successivi».

Peggio è andata a chi è partito da Cagliari con il treno delle 19: «Ero esasperata – una pendolare di San Gavino – il convoglio si è fermato a Decimomannu per dieci minuti e nessuno ci ha detto niente. La gente scendeva dal treno per chiedere informazioni e nel frattempo è stato staccato il nostro locomotore che è finito a Villasor per recuperare il treno guasto. Poi è arrivato un altro convoglio da Cagliari e tutti come pecore ci siamo spostati da un binario all’altro, ma nessuno dei treni partiva».

Insomma una situazione assurda che ha visto momenti di tensione tra passeggeri e personale delle Ferrovie. Molti pendolari sono esasperati dal ripetersi dei ritardi: «Non sto più viaggiando in treno perché è una disperazione. L’altra sera è stato il massimo – continua ancora la pendolare – non oso immaginare a che ora saranno arrivati a casa i vviaggiatori di Oristano. C’erano numerose persone di una certa età che una volta scese dal treno dovevano percorrere un lungo tratto di strada a piedi. La cosa più assurda è che continuavano ad arrivare i treni provenienti da Oristano e non capisco quali fossero i problemi dal momento che c’è il doppio binario».
Ma non è questo l’unico disagio perché anche il treno che ogni giorno parte da San Gavino alle 7.12 per arrivare alle 7.46 non ha quasi mai posti liberi con i pendolari costretti a viaggiare in piedi.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Mercoledì 14 ottobre 2009

Lascia un commento