Trattorando 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

«La Regione taglia fondi per i disabili»

L’associazione Delfino: mille euro in meno per ogni assistito. «Chiediamo che siano ripristinati i finanziamenti dell’anno scorso per consentire un’assistenza ai portatori di handicap».

Disabile

Disabile

Venti famiglie tra soci e simpatizzanti dell’associazione Delfino si sono riunite per dire un secco no ai tagli da parte della Regione dei finanziamenti alle persone che hanno una grave disabilità. In sostanza si prevede la riduzione di mille euro di ciascun piano personalizzato per i portatori di handicap con gravi ripercussioni per gli assistiti e le rispettive famiglie.

«Questi piani – evidenzia il presidente Piero Follesa – sono finanziati dalla Regione attraverso i Comuni e sono a favore di persone con handicap grave, in possesso della certificazione rilasciata dalla Commissione Asl. Ecco perché tutte le famiglie interessate, al fine di tutelare i propri figli che necessitano di tali prestazioni, hanno espresso contrarietà ai tagli perché vengono ridotte le ore a disposizione per gli operatori, tanto da impedire la prosecuzione delle attività sociali svolte nell’ambito dell’associazione Delfino. Dovevano iniziare i laboratori di pittura e teatro, ma adesso questi tagli rischiano di distruggere tutta l’attività portata avanti fino ad ora perché gli esperti che accompagnavano i portatori di handicap erano pagati proprio con questi soldi».

A questo fatto si aggiunge che le decurtazioni del finanziamento non sono state per niente proporzionate. Così chi poteva beneficiare di un finanziamento di 2000 euro se ne ritroverà la metà mentre magari chi aveva un progetto personalizzato da 9mila euro ne avrà sempre mille in meno. «Ad essere penalizzati – aggiunge Piero Follesa – sono sempre i più deboli e le rispettive famiglie che si vedono ridotta l’assistenza ai portatori di handicap. All’assessore regionale alla Sanità chiediamo di confermare almeno gli importi dello scorso anno. Per quanto riguarda i soldi che ricevevo per l’assistenza di mio figlio, il piano è stato decurtato di tremila euro passando da 9.200 a 6.200». Ma il tempo di piangersi addosso è finito. Così i componenti dell’associazione Delfino sono andati sotto il consiglio regionale per far sentire la loro voce. «Chiediamo– rimarca Graziella Corona, uno dei tanti genitori presenti – il reintegro dei mille euro tolti dalla giunta regionale. Abbiamo manifestato insieme a Pensiero Felice di Alghero e a tante altre associazioni». Insomma le famiglie con portatori di handicap continueranno a protestare contro una riduzione di questo finanziamento che appare a tutti ingiusta.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Giovedì 21 gennaio 2010

Lascia un commento