#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Disabili visivi, in un convegno le prospettive per nuove professioni

Una nuova opportunità per l’inserimento nel mercato del lavoro di nove disabili visivi. È stato questo il senso del progetto «Occhio alla svantaggio» che ha permesso a diversi ipovedenti e non vedenti di seguire un percorso formativo con lezioni teoriche a cui si è aggiunto uno stage di 200 ore, che ha consentito di mettere in pratica le conoscenze acquisite durante le lezioni teoriche.

Occhio allo svantaggio

Occhio allo svantaggio

Gli enti e aziende coinvolti sono state la Asl 6 che ha ospitato due corsisti mentre gli altri partecipanti al progetto hanno trovato posto nei Comuni di San Gavino, Gonnosfanadiga, Quartu Sant’Elena e Samassi, nella Provincia del Medio Campidano, nell’azienda Co.Mo.Chi. di Sanluri e nella Cooperativa Agorà Sardegna di Selargius. Il bilancio è più che positivo e se ne è parlato a conclusione del progetto in occasione di un convegno-dibattito, ben organizzato dall’associazione «Logos» di Samassi, che ha visto la partecipazione di oltre 200 persone.

L’orientamento al lavoro, le prospettive per l’inserimento lavorativo e le opportunità nelle nuove professioni per disabili visivi sono stati i temi esposti da Alessandra Fantinel, tutor del progetto; da Ambrogio Posadinu, direttore generale dell’In.Sar e da Veronica Mattana, referente per l’I.Ri.For. Luciano Paschetta si è soffermato sul significato del «sentirsi capaci nel mondo del lavoro», mentre Mauro Sanna, consigliere dei consulenti del lavoro della provincia di Cagliari, ha parlato degli aspetti legislativi sull’assunzione dei disabili riscuotendo l’attenzione e la richiesta di ulteriori informazioni da parte delle aziende presenti.
Benedetta Bellò e Michela Loi hanno esposto uno studio sulle aziende del Medio Campidano, analizzando gli aspetti psicosociali dei datori di lavoro che possono incidere sulla decisione di assumere un disabile nella propria azienda.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Lunedì 25 gennaio 2010

Lascia un commento