#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Il sindaco presenta il conto per l’edificio storico dimenticato

Il Comune presenta il conto agli ex Combattenti: la loro sede storica è crollata sotto il peso della pioggia invernale e gli operai dell’amministrazione hanno provveduto a rendere più sicuro quello che è rimasto in piedi. Le spese, però, deve pagarle il proprietario in attesa che venga definito una volta per tutte il destino dell’edificio.

Le abbondanti piogge di questi ultimi mesi a San Gavino hanno provocato diversi danni a edifici storici fatiscenti e pericolosi. Tra i tanti il fabbricato degli ex combattenti di Via Cadorna che, lo scorso 24 settembre, è venuto giù, causando gravi danni ad una autovettura parcheggiata di fronte. Senza contare il grande spavento per tutti gli abitanti della zona. L’amministrazione comunale, per ragioni di sicurezza, ha spedito una ruspa per eliminare i calcinacci. Accollandosi anche le spese. Il sindaco, Gianni Cruccu, si è inoltre impegnato, dopo un accordo telefonico, ad inviare, lo scorso 19 novembre 2009, un’ istanza al proprietario con allegato una documentazione fotografica sul degrado del fabbricato. Nella richiesta il Comune chiede il rimborso delle spese sostenute e un chiarimento sull’effettiva appartenenza di tale immobile. Il sindaco, in seguito a varie ricerche, relative al possesso dell’edificio crollato, sostiene che probabilmente nessuno ha mai firmato un contratto di appartenenza.

Nell’attesa di scoprire se l’edificio sia soggetto a vincolo conservativo, ha annunciato, di volersi accordare con l’attuale proprietario per la cessione dell’immobile e di provvedere quindi a rimettere a posto l’edificio e a migliorare il suo aspetto. Tuttavia la risposta non è ancora giunta e il primo cittadino è ancora in attesa.

Fonte: Marcella Pistis, Unione Sarda di Martedì 09 febbraio 2010

Lascia un commento