17.7 C
San Gavino Monreale
domenica, 27 Settembre 2020

Carnevale: Comunicato dell’Associazione Culturale Kenemèri

Da leggere

26 settembre 2020, altre 24 ore di allerta meteo gialla

Il Centro Funzionale Decentrato di Protezione Civile ha emesso a partire dalle ore 00:00 del 26 settembre 2020 e sino alle 23:59...

Gonnosfanadiga si prepara alle comunali, tre liste per eleggere il successore di Fausto Orrù

Elezioni comunali, saranno tre le liste che si daranno battaglia a Gonnosfanadiga. Si scaldano i motori per la...

Danni a una Toyota Yaris, la pioggia cancella il biglietto sul cruscotto

Una nostra lettrice ha richiesto il nostro (anzi, il vostro) aiuto per cercare di risolvere una situazione che, oltre al danno, ha...

Convocazione del Consiglio Comunale di San Gavino Monreale – 30 settembre 2020

La cittadinanza di San Gavino Monreale è invitata a partecipare alla riunione di Consiglio Comunale, convocato in sessione straordinaria, seduta pubblica, con...

Comunicato dell’Associazione Culturale Kenemèri

Questa domenica (14 Febbraio, giorno di San Valentino), ritorna a vivere fra le strade di San Gavino il carnevale, dopo un anno di assenza, e soprattutto dopo le infinite polemiche che ne son scaturite.
Polemiche che, nonostante la “giornata degli innamorati”, non accennano a scemare, a causa anche di una questione che da qualche anno è diventato il cruccio dei “carristi” e degli iscritti ai carri: quella dei cosiddetti “portoghesi”, ossia di chi prende parte alla sfilata confezionandosi un vestito senza necessariamente iscriversi a un gruppo tra quelli che realizzano i carri allegorici.

Noi dell’associazione culturale Kenemèri ci siamo sentiti in dovere, con questo articolo, di entrare in merito alla questione, perché riteniamo il Carnevale Sangavinese una rara occasione di coinvolgimento culturale nel nostro paese, ma soprattutto perche non si può rimanere indifferenti agli accentuati fenomeni di violenza verbale e di intolleranza contro i “portoghesi”, espressi recentemente in alcuni social network sulla rete.

A San Gavino il carnevale è nato come festa per il paese e del paese, senza alcuna discriminante; grande, o meglio, fondamentale, è il contributo che i carristi danno ogni anno a tale iniziativa, ma il carnevale non è un esclusiva dei carristi e non lo deve diventare!
Carnevale è anche bambini che si vestono nei più svariati modi, Carnevale è anche gruppi di amici che da anni condivino la tradizione di inventarsi un vestito e divertirsi insieme, carnevale dev’essere una rara occasione di svago in cui crollano tutti i “ruoli” e a cui tutti possono partecipare!

L’ottuso senso di possessione da parte di alcuni iscritti, la rivendicazione di un diritto inesistente, e soprattutto questo incitamento all’odio, può portare, a nostro parere, solo a fenomeni di violenza che non fanno altro che rovinare il nostro carnevale! È davvero possibile rovinare una festa per dei principi basati sull’intolleranza?

Ci auguriamo che il buonsenso la faccia da padrone nelle sfilate dei prossimi giorni, consentendo a chiunque lo voglia di divertirsi (lecitamente e rispettosamente) ovunque lungo il corteo.
Non ci resta che augurare un buon carnevale a tutti, per un carnevale per tutti!

Associazione Culturale Kenemèri

Altri articoli

Ultime News

26 settembre 2020, altre 24 ore di allerta meteo gialla

Il Centro Funzionale Decentrato di Protezione Civile ha emesso a partire dalle ore 00:00 del 26 settembre 2020 e sino alle 23:59...

Gonnosfanadiga si prepara alle comunali, tre liste per eleggere il successore di Fausto Orrù

Elezioni comunali, saranno tre le liste che si daranno battaglia a Gonnosfanadiga. Si scaldano i motori per la...

Danni a una Toyota Yaris, la pioggia cancella il biglietto sul cruscotto

Una nostra lettrice ha richiesto il nostro (anzi, il vostro) aiuto per cercare di risolvere una situazione che, oltre al danno, ha...

Convocazione del Consiglio Comunale di San Gavino Monreale – 30 settembre 2020

La cittadinanza di San Gavino Monreale è invitata a partecipare alla riunione di Consiglio Comunale, convocato in sessione straordinaria, seduta pubblica, con...

Mobilità elettrica in Sardegna. Cosa fa San Gavino?

Nel 2017 la Regione Sardegna pubblicava un bando per l’installazione di 650 colonnine di ricarica (300 lente, altre 300 di media velocità...