#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

La Provincia investe 37 milioni

Scuole e strade: varato il Piano per il triennio 2010-2012. Il Consiglio provinciale approva l’elenco delle opere pubbliche, critica l’opposizione. L’assessore ai Lavori pubblici, Gigi Piano, garantisce: «A breve le scuole avranno il certificato di adeguamento alle norme di sicurezza».

Strada Provinciale 54

Strada Provinciale 54

Nel triennio 2010-2012 saranno investiti circa 37 milioni. Una cifra record per realizzare la Provincia del futuro. Al nostro di partenza due novità: scuole sicure e interventi di manutenzione straordinaria su quasi tutte le strade. È questo, in estrema sintesi, il dato saliente dell’elenco delle opere pubbliche approvato dal Consiglio provinciale del Medio Campidano col voto favorevole della maggioranza e quello contrario della minoranza.

«Siamo convinti», dice l’assessore ai Lavori pubblici, Gigi Piano, «che tanto più si investe nella viabilità e nella scuola, tanto più si può incidere sulla vita dei cittadini. Era l’obiettivo di cinque anni fa, quando ci siamo resi conto di trovarci di fronte ad una mole di lavoro immenso. Si doveva intervenire un po’ ovunque. Con l’aiuto e la collaborazione dei sindaci abbiamo fatto grossi passi in avanti. Molte strade hanno cambiato volto con segnaletica, rotatorie, asfalto rifatto. Altre stanno per essere cantierate». E poi i caseggiati scolastici. L’eredità trovata negli 11 istituti superiori, apparsa subito davvero tragica, ha richiesto lavori di emergenza per oltre 15 milioni di euro. «A breve», prosegue l’assessore, «le scuole avranno finalmente il certificato di adeguamento alle norme di sicurezza. Rimane fuori il liceo scientifico Guglielmo Marconi di San Gavino e il professionale per l’agricoltura Sante Cettolini di Villacidro. Il primo perché necessita ancora di interventi strutturali, il secondo di un radicale rinnovamento».

In lista d’attesa alcuni interventi lo sono da tempo: 500 mila euro per la sistemazione dei canali e dei corsi d’acqua previsti nel piano idrogeologico del territorio, 120 mila per il patrimonio, circa un milione per la salvaguardia dell’ambiente con interventi di bonifica dell’amianto in strutture pubbliche e con la sistemazione del sito di interesse comunitario “Monte Arcuentu- Rio Piscinas”. Storce il naso la minoranza e spara a zero su cifre e progetti. «Il Piano triennale», osserva Agostino Pilia, «è rimasto il libro dei sogni. La viabilità ha interessato le strade di confine con la vecchia Provincia di Cagliari. Poco o nulla si è fatto per Guspini, Villacidro, Gonnos, Sardara. Ancora meno per Arbus e per la Costa Verde. Abbiamo più volte evidenziato la necessità di interventi per rendere sicuri percorsi che continuano a mietere vittime. Basta ricordare che nel 2006 era stata programmata la spesa di 800 mila euro per sistemare la Guspini-Montevecchio, resa impraticabile e pericolosa da una frana. È ancora lì che grida vendetta».

Fonte: Santina Ravì, Unione Sarda di Martedì 02 marzo 2010

Lascia un commento