#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Polemica tra legali dopo la sentenza

La condanna a 14 anni di un padre di San Gavino accusato di violenza sulla figlia continua a far discutere. Dopo la presa di posizione dell’avvocato di parte civile Daniela Loi, che aveva criticato l’atteggiamento tenuto dalla difesa in aula e sulla stampa dopo la sentenza, arriva la replica dell’avvocato Alfonso Olla, legale dell’imputato. «Io – dice il penalista – mi sono limitato a fare il mio dovere di avvocato, senza mai superare i binari della correttezza professionale e mostrando sempre il massimo rispetto nei confronti della ragazza. Inoltre, quando la parte offesa è stata interrogata, le domande sono state rivolte dal presidente del Tribunale e non direttamente dalle parti. Insomma, ho esclusivamente svolto sino in fondo il mio dovere di difesa, con le prerogative che la legge mi attribuisce e tutelando il mio assistito sul piano tecnico-processuale».

Olla ribadisce poi l’intenzione di appellare il verdetto che ha riconosciuto il suo assistito colpevole e la ragazzina credibile. «Noi riteniamo invece che nel processo siano emersi elementi per arrivare a una conclusione diversa, per cui non appena saranno depositate le motivazioni della sentenza faremo ricorso. La mia dichiarazione alla stampa riguardava proprio questo: l’aspetto prettamente tecnico dell’evidente contradditorietà della sentenza, che cercheremo di dimostrare in appello».

Fonte: Unione Sarda di Lunedì 22 marzo 2010

Lascia un commento