Trattorando 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Tassa per lo smaltimento dei rifiuti, rivolta a San Gavino per l’aumento

Presentata un’interrogazione alla Giunta Cruccu

Impennata verso l’alto della tassa comunale sui rifiuti solidi urbani, a San Gavino La ha deciso la giunta comunale per far fronte al servizio di smaltimento dei rifiuti che ammonta per il 2010 a 1.086.938,59 euro. Gli aumenti andranno a colpire le tasche di tutti i cittadini ed in particolare di chi è titolare attività commerciali ed artigianali. Per le abitazioni private l’aumento è del 20.18 per cento, per i centri estetici e sportivi del 19,66 mentre per i circoli ricreativi del 19,65 per cento. Rincari anche per bar, ristoranti, pizzerie, esercizi commerciali e supermercati che pagheranno il 19,63 per cento in più rispetto al 2009. Saranno colpite anche le attività artigianali fino a 500 mq con un aumento del 25,49 per cento, le scuole private (24,58%) e le banche e assicurazioni con un aumento del 22,99 per cento. In altri casi gli aumenti supereranno il 30 per cento: è il caso delle caserme (31,35 per cento in più), degli uffici pubblici (37,70 %) e delle edicole e cabine telefoniche con un 35,48 per cento in più. Per gli ambulatori Usl il rincaro è del 46,68 per cento mentre arriva al 56,39 per cento per le aree mercatali di generi alimentari.

Fernando Usai, consigliere del gruppo “Centrosinistra San Gavino Monreale” ha presentato un interrogazione al sindaco Gianni Cruccu: «Come la mettiamo – rimarca Usai – con le promesse elettorali di attenuare Ici e Tarsu? Così la giunta vuole rafforzare il sistema produttivo, artigianale e commerciale del nostro Comune? È questo il premio che la giunta vuole dare ai cittadini sangavinesi per l’aumento della percentuale di raccolta differenziata? Forse volete farci credere che questi aumenti sono dovuti al fatto che le strade di San Gavino sono finalmente libere da sporcizia di ogni genere? Visto il degrado di vie e piazze, sarebbe difficile crederlo».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Martedì 06 aprile 2010

Lascia un commento