Carnevale Storico Sangavinese 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Fulvio Tocco: «Lotterò per l’ospedale di San Gavino»

Confermato il presidente uscente Fulvio Tocco. In cima alla lista delle priorità gli interventi per l’agricoltura del Medio Campidano

Fulvio Tocco

Fulvio Tocco

La punta di diamante del centrosinistra sardo è regolarmente in ufficio, come un giorno qualunque. Fosse per Fulvio Tocco l’argomento elezioni sarebbe già in archivio: «Che cosa c’è ancora da dire?»

Ha vinto con una percentuale più bassa rispetto a cinque anni fa.
«In questa campagna elettorale una parte della politica italiana ha messo in discussione le province provocando qualche contraccolpo. Forse serviva a nascondere le basi d’argilla della manovra finanziaria aggiuntiva».

Perché ha perso nove punti percentuali?
«Non è stato un calo significativo. Basta pensare che il centrodestra non è arrivato al 40 per cento, quasi non ha lasciato traccia».

Ha ottenuto il risultato migliore tra i candidati presidente del Pd: è bravo lei o sono scarsi gli altri?
«Avevo una coalizione compatta e cinque anni di lavoro alle spalle, abbiamo dimostrato che il centrosinistra unito vince».

E gli altri?
«Non me ne occupo».

I limiti del Pd?
«I candidati non devono essere imposti, ma decisi dai circoli. Abbiamo davanti tre anni senza elezioni – ammesso che non ci siano scivoloni – possiamo riorganizzarci e presentarci pronti alla prossima competizione».

I nemici dell’ospedale di San Gavino?
«Sarebbe troppo facile prendersela con la Regione. Una cosa però va detta: in Giunta, a Cagliari, è ferma la proposta di delibera che garantirebbe i soldi per la costruzione dell’immobile, almeno quello».

Il problema eternit?
«È diffuso in tutta la Sardegna, ovunque».
Sembra fatto apposta: davanti alla finestra del suo ufficio luccica il grigio sporco di un tetto in eternit .

Le strade del Medio Campidano sono poco più che mulattiere.
«La Provincia ha monitorato tutte le strade e previsto la messa in sicurezza. Non abbiamo potuto realizzare una parte dei lavori perché il patto di stabilità ci ha impedito di spendere le somme già in cassa. Abbiamo otto milioni che sono bloccati, il patto è una camicia di forza che ci impedisce di investire i soldi risparmiati».

Un impegno per i primi cento giorni.
«Rifiuto la politica dei cento giorni».

Avrà un progetto?
«Avvierò i piani di valorizzazione per alcuni comparti: cerealicolo, suino di razza sarda, melone in asciutto. Report ci aveva sbeffeggiato su quest’ultimo, ma l’aver ottenuto il cinquantacinque per cento dei consensi dimostra che la gente apprezza il nostro programma. Entro due settimane incontrerò il comitato che ha raccolto dodicimila firme per l’ospedale di San Gavino. Poi farò la conferenza di sindaci e associazioni per stabilire le norme per l’utilizzo dei soldi della Provincia».

Un segno di solidarietà alle vittime della manovra del governo: cosa taglierà?
«Gli enti locali sono già al minimo, non c’è nulla da tagliare. Un risparmio però lo farò: accorperò le figure di direttore generale e segretario provinciale. Di più proprio non si può».

Fulvio Tocco

Fulvio Tocco


GLI ELETTI
Partito democratico : Gianluigi Piano, Giorgio Danza, Giuseppe De Fanti, Michele Cuccui, Antonio Meloni, Carlo Tommasi, Massimo Sanna. Rossomori : Fernando Cuccu, Pantaleo Talloru. Rifondazione- Comunisti italiani : Matteo Castangia, Simona Lobina. Italia dei valori : Nicola Garau, Andrea Mura. Psi-Provincia verde : Fabrizio Collu. Pdl: Gianni Lampis, Dario Piras, Cara Daiana, Fernando Scano. Riformatori : Gianni Aroffu. Udc : Nicola Cau. Psd’az : Emanuele Lilliu. Federazione Campidano : Efisio Meloni, Agostino Pilia, Luigi Deias.

Fonte: Paolo Paolini, Unione Sarda di Mercoledì 02 giugno 2010

Lascia un commento