Trattorando 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Il dopo-elezioni a San Gavino

Son finite da pochi giorni le elezioni della provincia del Medio Campidano e a mente fredda cerchiamo, da sangavinesi, di interpretare il risultato di queste elezioni.
Netta in termini percentuali e’ stata la vittoria della coalizione di sinistra che ha visto, per noi sangavinesi, la riconferma in consiglio di Carlo Tomasi e l’arrivo del nuovo consigliere Nicola Garau che ha raggiunto questo primo traguardo.

Speriamo che questa riconferma della coalizione che ci ha guidato nella prima elezione serva per portare a termine tutti i progetti proposti. Serviva un altro mandato per poter portare a termine i vari progetti iniziati e un altro mandato gli elettori del Medio Campidano hanno dato, con la speranza che tutto e di più venga fatto per sollevare questa nostra provincia dalla crisi morale economica che ci avvolge.

A San Gavino c’è stato un forte astensionismo, però i sangavinesi che hanno votato (e non) confidano in tutti i lavori che la provincia farà per la nostra cittadina, in primis il nuovo ospedale e l’incrocio San Gavino-Villacidro con la futura rotonda. San Gavino rispetto a tutti gli altri paesi ha un’amministrazione “non schierata”, civica, quasi apartitica per cui confidiamo nell’operato e mediazione del nostro Sindaco Gianni Cruccu per tutti i problemi che dobbiamo risolvere. Abbiamo un sindaco presente e moralmente integro, questo ci conforta per il futuro che si presenta difficile e incerto. Di conseguenza vorremmo chiedere al nostro primo cittadino:

• un’attenzione ai problemi giovanili e all’emigrazione giovanile che continua
• un’attenzione agli anziani e ai meno abbienti ma sopratutto alle persone sole e alle persone con le diverse malattie che il nostro paese ha.
• un’attenzione alla vecchia stazione e alla riqualificazione in tempi immediati della stessa
• un’attenzione al commercio sangavinese con un’aiuto ai vecchi commercianti e ai nuovi che verranno.

Per finire ci vuole una nuovo vento produttivo perché il vecchio vento disfattista sta soffiando da troppo tempo, serve una nuova spinta vitale per dare una speranza a tutti i sangavinesi.

Lascia un commento