#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Gara di solidarietà per aiutare lo speaker Anicetto Scanu

Anicetto Scanu

Anicetto Scanu

Una grande maratona di solidarietà per aiutare Anicetto Scanu, 57 anni, colpito di recente dalla sclerosi laterale amiotrofica. Anicetto, titolare da tantissimi anni di Radio Sardinia, una delle prime emittenti private libere, è conosciuto a San Gavino, nel Medio Campidano e non solo per la sua splendida voce e per le tante trasmissioni radiofoniche di musica e di impegno sociale. Da qualche tempo sta combattendo la battaglia più difficile contro la Sla e al momento è imprigionato nella sua abitazione al secondo piano di viale Trieste. Una prigione senza sbarre, ma senza l’ascensore per Anicetto è impossibile uscire da casa. Di qui il sostegno di tanti amici e associazioni che stanno aiutando lo speaker di Radio Sardinia a combattere questa battaglia contro questa terribile malattia che blocca i movimenti lasciando però il cervello integro.

In prima fila tra gli altri il guspinese Giuseppe Nonnis, titolare di Radio SuperSound: «Abbiamo già lanciato un appello tramite la radio – spiega – organizzeremo un grande evento musicale cui hanno dato l’adesione diversi cantanti come Franco Madau, Mario Fabiani e Paolo Rocca. È prevista anche la partecipazione del presentatore Ottavio Nieddu. Anicetto è stato uno dei fondatori dell’emittenza privata in Sardegna. Ha fatto tanto bene e mi sembra giusto dargli una mano d’aiuto. Per realizzare un ascensore bisogna raccogliere almeno ventimila euro».

La data dello spettacolo rimane da definire, ma i tempi sono stretti: «Vogliamo organizzare la manifestazione – spiega Giuseppe Nonnis – a San Gavino. Faccio un appello anche agli artisti che vogliono partecipare. Tutti ci dobbiamo mettere in gioco, ognuno può dare il suo contributo: anche le istituzioni non possono restare indifferenti. Anicetto è inimitabile per la sua intelligenza e per la sua creatività. È una persona che non si vuole arrendere, la speranza c’è e noi lo possiamo aiutare».
Da parte sua Anicetto Scanu racconta il difficile momento che sta attraversando: «Con il progredire della malattia – racconta – ormai non posso più salire o scendere le scale. Da qualche mese sono ormai impossibilitato ad uscire alla luce del sole. Per poter sorridere ancora ho necessità di aiuti anche finanziari oltre quelli ottenuti. Abito al secondo piano e c’è da percorrere anche una rampa di scale dal piano terra».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Venerdì 04 giugno 2010

Lascia un commento