10.1 C
San Gavino Monreale
venerdì, Aprile 3 2020

Emergenza incendi a San Gavino: «Il Comune pulisca i terreni incolti»

Da leggere

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 27.071 € dopo 10 giorni

Dopo 10 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 27.071 euro grazie alla donazione...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 2 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus, ecco quanto ha inciso sulla mortalità in Sardegna

La pandemia da coronavirus sta cambiando il nostro mondo, le nostre abitudini e il timore (fondato) è che possa essere qualcosa con...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 745 a 794 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

I cittadini protestano: fiamme domate nell’ex ferrovia.

Fuoco alle sterpaglie
Fuoco alle sterpaglie
Momenti di pericolo venerdì e domenica per due incendi scoppiati nell’area della vecchia ferrovia ormai dismessa. Le fiamme hanno lambito le case vicine con il fumo che ha invaso alcune abitazioni e per fortuna venerdì c’è stato il tempestivo intervento dei residenti che hanno evitato il peggio gettando acqua sul fuoco. «Venerdì intorno alle 16 – racconta Antonio Garau, che abita a ridosso della ferrovia – si sono viste le prime avvisaglie di fumo, che sembrava lontano, ma mezz’ora dopo la nostra abitazione è stata invasa dal fumo con una forte puzza di gomma e plastica. Le erbacce hanno ricoperto tutta la ex sede ferroviaria che sta diventando una discarica abusiva».

In poco tempo il fuoco raggiunge un filare di alberi, le fiamme diventano molto alte con un’auto parcheggiata là vicino. «Ho avvisato i vicini del pericolo – rimarca Antonio Garau – e ho telefonato subito ai pompieri. Intanto mi sono messo a spegnere il fuoco. Alle 17,05, a fuoco ormai quasi spento, arriva un mezzo della protezione civile del nucleo di Pabillonis: ci hanno spiegato che sono stati allertati dalla forestale, ma hanno ritardato perché hanno avuto indicazioni sbagliate».
Insomma uno scampato pericolo grazie all’intervento di alcuni cittadini, ma la situazione sarebbe potuta degenerare se il fuoco fosse arrivato in viale Trieste, in un punto in cui sono ricresciute le erbacce. «Mi chiedo, a chi addossare la colpa? Per non parlare della nostra strada ancora in terra battuta, via Brivanda, lunga solo una cinquantina di metri, abitata da oltre vent’anni da sei famiglie: vi si affaccia anche il cortile di un asilo nido. Il Comune non ha mai provveduto a falciare le erbacce. E quest’anno si è aggiunta l’incuria dell’ex ferrovia».
Domenica pomeriggio il secondo incendio all’altezza di via Mazzini.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Martedì 08 giugno 2010

Altri articoli

Ultime News

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 27.071 € dopo 10 giorni

Dopo 10 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 27.071 euro grazie alla donazione...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 2 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus, ecco quanto ha inciso sulla mortalità in Sardegna

La pandemia da coronavirus sta cambiando il nostro mondo, le nostre abitudini e il timore (fondato) è che possa essere qualcosa con...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 745 a 794 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

La fake news delle rapine con la scusa della consegna delle mascherine

Su social e WhatsApp di tanti cittadini sangavinesi, nelle ultime ore sta girando un messaggio inquietante, che recita così: “Stanno girando delle...