36° Carnevale Storico Sangavinese
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

San Gavino, collezionisti in piazza per rivitalizzare il centro storico

Dal 23 al 27 giugno i negozi accetteranno anche le lire

Una mostra per valorizzare le attività produttive sangavinesi e per permettere l’incontro degli espositori di collezionismo, di filatelia e di numismatica di tutta la Sardegna. È questo quanto ha organizzato la neonata associazione «L.A.M.» in apertura dell’estate sangavinese dal 23 al 27 giugno. Un ricco programma per una manifestazione che intende rivitalizzare il centro storico, le attività tipiche del paese con il tentativo di riportare la gente a riscoprire in particolare tutta via Roma, le piazze Risorgimento, Cesare Battisti e le strade adiacenti. «Abbiamo chiamato questo evento «Per una lira», spiega Maria Chiara Matzeu, che ha fondato l’associazione insieme a Luigi Sitzia e Aldo Casula: «Nei negozi aderenti sarà possibile pagare anche con le vecchie lire per tutte le cinque giornate. Ci saranno espositori delle attività produttive e hobbistiche di San Gavino e da diverse parti della Sardegna».

L’esposizione comincerà il 23 e proseguirà il 24 dalle 20 fino a mezzanotte con l’ausilio di bancarelle ed eventuali gazebo. Inoltre sarà prolungato l’orario d’apertura dei negozi aderenti sempre fino alle 24. Il 25 dalle 19 fino all’una di notte sarà aperta la prima mostra di scambio regionale del collezionismo di filatelia e numismatica. L’inaugurazione sarà alle 20.45. Dalle 21 alle 24 annullo filatelico sulla prima mostra.
Sabato 26 l’esposizione aprirà anche al mattino dalle 10.30 alle 13 mentre la sera si potrà visitare dalle 19 all’una di notte. Infine la conclusione domenica 27 dalle 9 alle 13 con i negozi che saranno liberi di aprire le proprie attività. «Chiunque può partecipare», rimarca Maria Chiara Matzeu, «anche i bambini guidati dagli adulti. Si possono esporre e scambiare oggetti di qualsiasi genere. Si potranno ammirare oggetti familiari, sportivi, musicali, hobbistici».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Martedì 15 giugno 2010

Lascia un commento