#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

L’auto va a fuoco dopo un incidente: muore a 84 anni

Immagini dell'incidente

Immagini dell'incidente

Un attimo di disattenzione, probabilmente una mancata precedenza, è all’origine dell’incidente stradale accaduto ieri mattina nella strada provinciale tra Sanluri e San Gavino. Tre le auto coinvolte, una di questa ha preso fuoco. Il conducente dell’utilitaria, Priamo Carola, 84enne sangavinese, è morto ieri sera a causa delle ustioni in tutto il corpo. Inutile un intervento chirurgico d’urgenza tentato nell’ospedale del paese.
Soltanto ferite e contusioni lievi per i conducenti e i passeggeri delle altre due vetture.

Il fatto è accaduto ieri mattina a circa 2 chilometri dalla rotatoria che porta alla strada provinciale 128 tra San Gavino e Sanluri. Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente. I carabinieri e la polizia stanno ancora svolgendo le indagini grazie alle deposizioni di alcuni testimoni che hanno assistito allo scontro e alle tracce rilevate sull’asfalto.
Erano circa le 13 quando una Fiat Panda bianca, vecchio modello, ha preso fuoco immediatamente dopo l’impatto con una Fiat 500 guidata da Barbara Frau 29 anni, un’infermiera di Guspini che si stava dirigendo al lavoro all’ospedale Brotzu di Cagliari. Con tutta probabilità la Panda è sbucata da una strada secondaria di campagna senza rispettare la precedenza. Nell’incidente è stata coinvolta anche una terza vettura che arrivava da Sanluri, la Fiat Punto di Paolo Ghiani, 54 anni di Guasila che, con la moglie, stava andando a far visita ad un parente all’ospedale di San Gavino.

Priamo Carola

Priamo Carola

I segni delle frenate sull’asfalto indicano che la Punto è stata colpita da entrambe le auto: Ghiani ha perso il controllo della vettura andata in testa-coda. Per Priamo Carola le condizioni sono sembrate gravi da subito: non è stato semplice, per i vigili del fuoco accorsi sul posto, estrarre il pensionato dall’abitacolo in fiamme. Il forte maestrale ha contribuito ad incrementare ulteriormente il rogo della vettura, ma l’ottantenne alla fine dell’intervento era miracolosamente ancora vivo. Priamo Carola è rimasto sotto i ferri per diverse ore per le ustioni che ricoprivano circa il 70 per cento del suo corpo. In serata la morte.
Per i testimoni del paese che conoscevano l’anziano pensionato era un incidente annunciato: «Era un pericolo ambulante con quella macchina sgangherata che camminava grazie ai “ruotini” di scorta montati su tutte le quattro ruote», ha raccontato un testimone agli inquirenti.

Fonte: Marcella Pistis, Unione Sarda di Domenica 26 settembre 2010

Lascia un commento