Trattorando 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Palcoscenico per tutti i gusti teatrali

Presentata la stagione di prosa: otto spettacoli da gennaio ad aprile

Palcoscenico per tutti i gusti teatrali

Palcoscenico per tutti i gusti teatrali

Da Carlo Goldoni e Machiavelli, dalla tragedia greca alla commedia che strappa il sorriso. C’è di tutto un po’ nel calendario della stagione di prosa presentato ieri mattina a San Gavino. Otto appuntamenti a partire dal 22 gennaio fino al 2 aprile.
Gli spettacoli si terranno nel teatro comunale e il presidente della Cedac (che organizza la rassegna) Mario Pinna ha manifestato «una grande soddisfazione per la solida e continua collaborazione con il teatro di San Gavino». Nella sala consiliare del Comune con l’assessore allo spettacolo, Giovanni Mostallino, c’era la direttrice del circuito teatrale regionale sardo, Valeria Ciabattoni che ha illustrato la vasta programmazione.

«Si tratta di un cartellone di spettacoli variegato nei temi e nei generi: dalla commedia brillante, alla tragedia fino al tema sociale. Abbiamo optato per spettacoli di qualità che prediligono il filone ampio che comprende titoli importanti quali: “Nozze di sangue” di Federico Garcia Lorca che aprirà la stagione.» In occasione della giornata della memoria, il 22 gennaio, saranno messe in scena due recite dell’opera “Il lupo e il cielo spinato“, una di mattina, per le scuole, e una serale. Non mancheranno opere appartenenti alla letteratura italiana come: “Il Bugiardo” tratto da una commedia di Carlo Goldoni e “Mandragola” di Niccolò Machiavelli. Dalla commedia alla tragedia classica greca con “Edipo Re – da Sofocle a Pasolini”. Tutta al femminile sarà invece l’interpretazione dell’opera “Precarie età”. Tanti i nomi di richiamo che calcheranno le scene come Maurizio Micheli e Tullio Solenghi che metteranno in scena una commedia dal titolo “Italiani si nasce e noi lo nacquimo”, passando per Francesca Reggiani che, in “Tutto quello che le donne (non) dicono” chiuderà la stagione.

Fonte: Marcella Pistis, Unione Sarda di Giovedì 16 dicembre 2010

Lascia un commento