15.1 C
San Gavino Monreale
lunedì, Giugno 1 2020

Treni, solo la beffa è puntuale

Da leggere

Terza vittima per Coronavirus, il comunicato di cordoglio dell’Amministrazione Comunale

La più brutta delle notizie, legata all'emergenza Covid-19, colpisce ancora una volta San Gavino Monreale. Purtroppo dobbiamo darvi la notizia del decesso...

Coronavirus in Sardegna: da 3 giorni zero contagi

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Inciviltà e abuso di alcolici, due facce della stessa medaglia

Da più fonti, nelle ultime ore, abbiamo ricevuto segnalazioni di lattine e bottiglie abbandonate nei parchi di San Gavino Monreale. Talvolta accanto...

Solinas: “Il passaporto sanitario non sta fermando gli stranieri”

In una lunga intervista curata da Emanuele Lauria per il quotidiano La Repubblica (del 31 maggio 2020, pagina 11), il presidente della...

Rischio licenziamenti e bocciature per i ritardi. Corse soppresse, direttissimi trasformati in locali: coro di proteste da Serrenti e San Gavino.
Diffide delle aziende ai dipendenti pendolari per i troppo frequenti cartellini timbrati in ritardo. Gli studenti invece rischiano conseguenze in pagella per i sistematici ritardati ingressi in classe. Fioccano le proteste in tutti i centri serviti dai binari.

Treni, solo la beffa è puntuale
Treni, solo la beffa è puntuale
Ancora disagi per i ritardi dei treni con le puntuali proteste dei pendolari già esasperati dal fatto che negli ultimi mesi del 2010, a causa dello sciopero delle ditte delle pulizie, il viaggio era ormai diventato un’odissea. Da San Gavino a Serramanna (e da tutti gli altri paesi che gravitano sulla strada ferrata) è un coro unanime di lamentele.

ORARI Lunedì 17 gennaio per esempio: il direttissimo che da San Gavino parte alle 7.12 e arriva a Cagliari alle 7.45 si è dovuto fermare in tutte le stazioni intermedie accumulando un ritardo di 22 minuti. I viaggiatori hanno perso la pazienza. «È l’ennesimo ritardo – denuncia Annalisa Garau, pendolare – i danni per noi lavoratori sono stati ingenti oltre al fatto che nei mesi scorsi abbiamo dovuto pagare il prezzo del biglietto o dell’abbonamento del treno quasi senza usufruire del servizio. Come dipendente di una scuola a Cagliari ho ricevuto una lettera di diffida per i continui ritardi al lavoro». E come Annalisa diverse centinaia di lavoratori diretti a Cagliari pagano sulla propria pelle ogni minimo ritardo.
Trenitalia fa sapere che il treno precedente è stato cancellato per un guasto, a quel punto il convoglio successivo si è fermato nelle stazioni di Sanluri Stato, Samassi, Serramanna e Decimannu per far salire a bordo i pendolari. Per il resto l’azienda assicura che nell’ultimo periodo i treni viaggiano in orario.

PROFITTO Anche tantissimi studenti hanno risentito non poco delle cancellazioni dei treni ed ora devono fare i salti mortali per non perdere l’anno scolastico dal momento che con la Riforma Gelmini è previsto un tetto massimo di 50 assenze.
Caso da manuale a Serrenti. In auto fino a Samassi e poi via sul treno verso Oristano che, però, da qualche settimana fa “scalo” a San Gavino. Una mezz’ora («Al freddo della stazione») in attesa della coincidenza, il diretto che arriva da Cagliari. In soldoni: partenza, da Samassi, alle 5 e 40, arrivo a Oristano alle 8 e 15. Due ore e mezza, che si traducono nel ritardato ingresso al lavoro e nelle scuole di molti lavoratori e studenti. Da Serrenti chi vuole studiare deve impiegare quasi 5 ore giornaliere del suo tempo in viaggio.

MADRE «Mio figlio aveva il sogno di studiare al Tecnico Aeronautico di Oristano e noi l’abbiamo accontentato, ma negli ultimi tempi viaggiare col treno, l’unico mezzo disponibile per raggiungere la scuola, è diventato impossibile», dice Maria Giuseppina Cocco, la madre del ragazzo. Il viaggio a ritmi da diligenza sarebbe il risultato della trasformazione, senza preavviso, da diretto in locale del treno su cui abitualmente saliva lo studente serrentese e i suoi compagni. La conseguenza è il sistematico ingresso a scuola in ritardo che rischia di nuocere all’andamento scolastico degli studenti.

Fonte: Gigi Pittau, Ignazio Pillosu, Unione Sarda del 20/01/2011

Altri articoli

Ultime News

Terza vittima per Coronavirus, il comunicato di cordoglio dell’Amministrazione Comunale

La più brutta delle notizie, legata all'emergenza Covid-19, colpisce ancora una volta San Gavino Monreale. Purtroppo dobbiamo darvi la notizia del decesso...

Coronavirus in Sardegna: da 3 giorni zero contagi

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Inciviltà e abuso di alcolici, due facce della stessa medaglia

Da più fonti, nelle ultime ore, abbiamo ricevuto segnalazioni di lattine e bottiglie abbandonate nei parchi di San Gavino Monreale. Talvolta accanto...

Solinas: “Il passaporto sanitario non sta fermando gli stranieri”

In una lunga intervista curata da Emanuele Lauria per il quotidiano La Repubblica (del 31 maggio 2020, pagina 11), il presidente della...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale del 30 Maggio 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...