#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Nuovo ospedale, arrivano i soldi

Duecento posti-letto, costerà 76 milioni di euro. Via libera della Giunta regionale al progetto per realizzare un presidio super-attrezzato
Il nuovo edificio affiancherà il vecchio ormai non più all’altezza delle esigenze sanitarie della popolazione. La delibera, proposta dall’assessore Liori, è stata accolta ieri sera dall’esecutivo presieduto da Cappellacci. Come cambieranno i reparti.

Nuovo ospedale, arrivano i soldi

Nuovo ospedale, arrivano i soldi

Fumata bianca: il nuovo ospedale da 200 posti per una spesa di 76 milioni di euro si farà. Infatti sono stati sbloccati ieri sera i fondi per il nuovo nosocomio del Medio Campidano con una delibera della giunta regionale. Su proposta dell’assessore regionale alla sanità Antonello Liori, l’esecutivo presieduto dal governatore Cappellacci ha approvato il programma straordinario di investimenti della ex legge nazionale 20 del 1988. In questo modo si passa dalle parole ai fatti concreti ed ora la nuova struttura sarà perfettamente inserita all’interno della riorganizzazione della rete ospedaliera che punta al miglioramento del servizio sanitario regionale.

POSTI LETTO Il nuovo ospedale, che sorgerà vicino a quello esistente, avrà tutti i posti per acuti che sono circa 200 mentre i post (50 posti) saranno gestiti in altre strutture del territorio: a Guspini, a Villamar e a Villacidro dovrebbe partire una Rsa (residenza sanitaria assistita) da 80 posti. Con la prima tranche del primo lotto funzionale sarà possibile costruire parte del nuovo presidio ospedaliero dove troveranno posto le sale chirurgiche, tutti i posti della chirurgia e i blocchi operatori e il centro di diagnostica in cui si faranno la radiologia, la tac, la risonanza e l’ecografia. Nel nuovo ospedale troveranno posto nuove specializzazioni come la neurologia, la pediatria, la cardiologia. Oltre ai posti per la degenza ordinaria, ci saranno quelli ad alta intensità suddivisi tra rianimazione, unità di terapia intensiva coronaria (Utic) e semintensiva neurologica a cui si aggiungono i posti per il day hospital e il day surgery.
In questo modo al vecchio ospedale di 13.778 metri, se ne aggiungerà uno nuovo di zecca di oltre trentamila metri quadrati. Nella delibera della giunta si ricorda a chiare lettere l’urgenza del provvedimento dal momento che era pressoché impossibile mettere mano ad un edificio vecchio di oltre 40 anni e ormai superato alla luce delle linee guida di costruzione dei nuovi ospedali.

LAVORI A questo punto l’appalto per i lavori potrà partire. Il commissario straordinario della Asl 6 Giuseppe Ottaviani aveva più volte evidenziato che una volta arrivato il finanziamento in un anno potrà essere completata tutta la procedura.
Soddisfazione è espressa dall’assessore regionale Antonello Liori: «Il nuovo ospedale accoglie la legittima richiesta dei cittadini per una sanità adeguata nel territorio ed è interesse di tutti, istituzioni politiche e sanitarie, che possa essere completato nel più breve tempo possibile».
Nel giro di qualche anno i cittadini del Medio Campidano avranno un ospedale più efficiente con nuove attrezzature e si spera con altro personale specializzato.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda del 27/01/2011

Lascia un commento