24.8 C
San Gavino Monreale
sabato, Maggio 30 2020

Campo al buio, la Nuova Italpiombo emigra a Sardara

Da leggere

Un francobollo per i 100 anni del Cagliari Calcio

Poste Italiane comunica che oggi 30 maggio 2020 è stato emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico un francobollo ordinario appartenente alla serie...

Calcetto con gli amici, si riparte il 15 giugno?

Buone notizie per i tantissimi appassionati di sport, anche amatoriale. La fonte è autorevole: il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora.

Aumento dei prezzi, il “contributo Covid” non esiste

Da Confartigianato Sardegna lo stop alle polemiche sul “contributo Covid” di acconciatori ed estetisti: “Non esiste e non può essere applicato”. Matzutzi...

Trasferimento del Servizi di Diabetologia, interviene il Sindaco di San Gavino Monreale

Il Comune di San Gavino Monreale fa sentire la propria voce, all'indomani della nascita del gruppo spontaneo di cittadini contrari allo spostamento...

La Nuova Italpiombo (allenata da Copparoni) finisce a Sardara

Nuova Italpiombo
Nuova Italpiombo
È prima in classifica nel campionato di terza categoria, a pari punti col Villamar, la squadra «Nuova Italpiombo», ma è stata costretta ad emigrare a Sardara per scarsa illuminazione del campo di «Santa Teresa» e per impraticabilità del campo «Santa Lucia» che rimarrà chiuso per almeno 2 mesi. Lo evidenzia l’allenatore Renato Copparoni, ex portiere di squadre come Cagliari e Torino, il primo a parare un rigore a Diego Armando Maradona: «Il 4 febbraio l’assessorato allo sport del Comune – evidenzia Copparoni – convoca le società di calcio che utilizzano le strutture del Santa Lucia e di Santa Teresa, per comunicare che da quella data il campo Santa Lucia resterà chiuso per 60 giorni per pessime condizione del terreno di gioco, e che, se le condizioni saranno migliorate sarà possibile effettuare solo le partite di campionato. L’assessore e il responsabile dell’ufficio tecnico hanno garantito la continuità degli allenamenti nel campo Santa Teresa “A” con l’installazione dei fari, ma al momento non è stato realizzata alcuna opera lasciando la Nuova Italpiombo ad allenarsi al buio e senza altra possibilità di sistemazione altrove, visto che il campo del convento risulta congestionato dalle altre squadre di San Gavino».

Ma il Comune corre ai ripari: «Ci stiamo adoperando – sottolinea l’assessore allo sport Giovanni Mostallino- per risolvere il problema dei fari. Dobbiamo far convergere almeno 4 fari verso il campetto di Santa Teresa. So che la ditta Ciel di Corongiu ieri è andata a verificare la posizione dei fari. In ogni caso ho provveduto a far tagliare l’erba nel campo della pista di atletica e a mettere due porte per gli allenamenti. Mi auguro che l’Italpiombo torni al più presto a San Gavino. Sono dispiaciuto di questo momento, ma ho sempre detto che calpestare troppo il Santa Lucia avrebbe portato alla distruzione del campo».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda del 18/10/2011

Altri articoli

Ultime News

Un francobollo per i 100 anni del Cagliari Calcio

Poste Italiane comunica che oggi 30 maggio 2020 è stato emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico un francobollo ordinario appartenente alla serie...

Calcetto con gli amici, si riparte il 15 giugno?

Buone notizie per i tantissimi appassionati di sport, anche amatoriale. La fonte è autorevole: il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora.

Aumento dei prezzi, il “contributo Covid” non esiste

Da Confartigianato Sardegna lo stop alle polemiche sul “contributo Covid” di acconciatori ed estetisti: “Non esiste e non può essere applicato”. Matzutzi...

Trasferimento del Servizi di Diabetologia, interviene il Sindaco di San Gavino Monreale

Il Comune di San Gavino Monreale fa sentire la propria voce, all'indomani della nascita del gruppo spontaneo di cittadini contrari allo spostamento...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale del 29 Maggio 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...