#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Treno in orario, stazione sbarrata

Per aprire le porte un carabiniere deve scavalcare il muro. I viaggiatori hanno perso la corsa delle 5,20. Quando sono arrivati in stazione hanno trovato le porte chiuse. La lista dei disagi.

Treno in orario, stazione sbarrata

Treno in orario, stazione sbarrata

Il treno c’è ed arriva puntuale, ma i pendolari diretti a Cagliari rimangono a terra e vanno su tutte le furie. Un fatto insolito avvenuto sabato mattina alla stazione ferroviaria di San Gavino come racconta Ignazia Maxia, una dei viaggiatori beffati dirette a Cagliari: «Siamo arrivati alle 5.15 per prendere il treno delle 5.20 che arriva a Cagliari alle 6.07, ma era impossibile accedere ai binari perché le porte della stazione erano ancora chiuse. In lontananza abbiamo visto i carabinieri ai quali abbiamo chiesto subito aiuto. Uno dei militari ha scavalcato il muro di recinzione per poter aprire le porte, ma purtroppo il treno, che si trovava sul quarto binario, era già partito».

DISAGI I pendolari ora hanno davvero perso la pazienza perché nei mesi scorsi hanno dovuto subire i disagi dello sciopero del persone delle pulizie con la frequente soppressione dei treni ed ancora negli ultimi dieci giorni si sono verificate altre cancellazioni o ritardi dei convogli ferroviari. «A questo punto – prosegue Ignazia Maxia – faremo un esposto alla stazione dei carabinieri perché è una cosa vergognosa. Io sono abbonata e lavoro a Cagliari in una casa di riposo: a causa dei ritardi ci vediamo ridotto il nostro stipendio. Per di più sono vedova, ho dei figli da mantenere e ho un mutuo da pagare. Sabato dopo l’arrivo dei carabinieri alle 5.50 è arrivato il capostazione che ha aperto le porte in ritardo, ma pare che questo non sia un fatto isolato, ma sia successo altre volte. Anche alcuni giorni fa un treno è stato soppresso, ma non c’era neanche un autobus sostitutivo. Inoltre spesso a noi viaggiatori quando il treno si ferma o è in ritardo non viene data nessuna informazione come due settimane fa quando il treno si è fermato a Santa Gilla poco prima di arrivare a Cagliari: abbiamo aperto le porte e siamo arrivati in stazione a piedi».

VERTENZA Intanto le cancellazioni dei treni sono dovute ad una forma di protesta sindacale e Trenitalia rassicura: «La situazione è scaturita, a seguito di un irrigidimento del personale di bordo a causa di un picco di assenteismo e per il rifiuto, da parte dei Capi Treno, di svolgere prestazioni straordinarie dopo l’entrata in vigore, il 13 febbraio, dei nuovi turni di lavoro. La direzione di Trenitalia informa che in ogni caso tutti i treni cancellati saranno sostituiti con autobus, in modo da garantire la mobilità dei pendolari».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda del 28/02/2011

Lascia un commento