9.4 C
San Gavino Monreale
mercoledì, Aprile 8 2020

Allarme-fonderia, futuro sempre più incerto

Da leggere

Presentazione delle domande per la concessione dei “Buoni Spesa” del Comune di San Gavino Monreale

Sono aperti i termini per la presentazione delle istanze finalizzate alla concessione di “buoni spesa” al fine di fronteggiare i bisogni alimentari...

Raccontare San Gavino ai tempi del coronavirus. Ospiti del 7 aprile, Don Massimo Cabua e Alberto Ibba

Oggi con noi Don Massimo Cabua e Alberto Ibba. Tutte le sere dal lunedì al venerdì alle 21:30 andrà in onda "Raccontare...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 7 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 922 a 935 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

In ballo cento posti di lavoro: incontro Provincia-sindacati

Fonderia di San Gavino Monreale
Fonderia di San Gavino Monreale
Tutti uniti per difendere i cento posti di lavoro dei dipendenti della fonderia, la storica fabbrica sangavinese che fa capo alla Portovesme Srl. È questo quanto emerso a seguito di un incontro tra sindacati (Cgil, Cisl e Uil) e la provincia del Medio Campidano rappresentata dal presidente Fulvio Tocco e dall’assessore al lavoro Simona Lobina. All’orizzonte non si intravede niente di positivo per questi lavoratori che si trovano da tempo in cassa integrazione.
Al momento mancano notizie certe in merito ai finanziamenti per il necessario riadattamento della struttura e alla definizione del materiale residuo che dovrebbe essere oggetto della nuova produzione. Di qui la forte preoccupazione che gli interessi della Portovesme srl si stiano gradualmente allontanando dallo stabilimento del Medio Campidano.

«Data la particolare drammaticità della situazione, – spiegano i sindacati – riteniamo che ci si debba spendere in modo eccezionale per la tutela sia dei posti di lavoro che del mantenimento dell’attività produttiva dell’azienda, una delle poche realtà sopravvissute al tracollo della grande industria nel territorio e della quale non ci si può permettere di venire privati. Chiediamo che la Provincia rafforzi il proprio impegno come Istituzione, ponendosi, insieme alle O.o.S.s., in prima linea e facendosi portavoce del territorio nel rivendicare gli interventi e i finanziamenti necessari a salvaguardia delle attività industriali in esso presenti, non solo a difesa dell’esistente ma anche nel cercare e proporre soluzioni alternative».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda del 02/04/2011

Altri articoli

Ultime News

Presentazione delle domande per la concessione dei “Buoni Spesa” del Comune di San Gavino Monreale

Sono aperti i termini per la presentazione delle istanze finalizzate alla concessione di “buoni spesa” al fine di fronteggiare i bisogni alimentari...

Raccontare San Gavino ai tempi del coronavirus. Ospiti del 7 aprile, Don Massimo Cabua e Alberto Ibba

Oggi con noi Don Massimo Cabua e Alberto Ibba. Tutte le sere dal lunedì al venerdì alle 21:30 andrà in onda "Raccontare...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 7 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 922 a 935 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Raccontare San Gavino ai tempi del coronavirus. Ospiti del 6 aprile, Andrea Pau e Roberto Pusceddu

Da ieri, tutte le sere dal lunedì al venerdì alle 21:30 andrà in onda "Raccontare San Gavino ai tempi del coronavirus". Il...