Trattorando 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

«Niente soldi per il nuovo ospedale»

Dopo l’editoriale di Comprendo dell’11 Marzo, e dopo il volantino diffuso dal Comitato “Salviamo l’ospedale del Medio Campidano”, e dopo il nostro martellamento mediatico sul tema, pare che anche la politica locale si sia accorta che c’è qualcosa che non quadra nella questione “Grande Ospedale”. Senza contare che leggiamo ancora un continuo rimbalzare di cifre più o meno realistiche (c’è ancora chi parla di 76 milioni, ai fonte dei 46 stanziati per l’Ospedale): numeri tirati a caso – al rialzo – per tenere buona la popolazione.
Vi riportiamo l’articolo odierno comparso sull’Unione Sarda, che riassume la questione con il solito botta e risposta “L’ospedale si farà?” – “Ma sì che si farà, state sereni“. E nel frattempo passano i giorni, i mesi, gli anni.

Ma diteci, voi non vi sentite presi in giro?


Scoppia la polemica, ma il manager dell’Asl 6 replica: entro breve voglio dare il via agli espropri
L’assessore Garau: il Ministero ha scippato i fondi per San Gavino

Il Grande Ospedale

Il Grande Ospedale

Che fine hanno fatto i 76 milioni e mezzo per la costruzione del nuovo ospedale di San Gavino? È questo l’interrogativo che si pone l’assessore provinciale alla Sanità Nicola Garau che esprime una forte preoccupazione: «Il ministero – sostiene – ha ripreso i fondi destinati all’ospedale di San Gavino (46 milioni) che ora fanno parte di un unico pacchetto da 257 milioni di euro che sono da distribuire tra tutte le Asl sarde e da riprogrammare entro la fine dell’anno. Con la fame di soldi che hanno tutte le Asl questa situazione mi preoccupa. A ciò si aggiunge il silenzio che hanno avuto in questo periodo i nostri quattro consiglieri regionali. Vogliamo che si faccia la programmazione con i 76,5 milioni dell’ospedale».

LA REGIONE Secondo Nicola Garau non è questo l’unico aspetto preoccupante: «A livello regionale – aggiunge – manca l’approvazione della nuova rete ospedaliera dove ci deve essere scritto il numero dei posti letto che spettano ad ogni Asl. Ecco perché come Provincia abbiamo convocato la conferenza sanitaria provinciale dei sindaci per il 27. Oltre ai primi cittadini sono convocati i sindacati e il nuovo direttore generale per lo stato di attuazione del programma triennale 2011-2013 che abbiamo approvato il 28 dicembre. Sarà l’occasione per parlare del nuovo ospedale. Al momento è tutto fermo. I lavori della nuova struttura potrebbero partire con i 46 milioni d euro mentre i restanti potrebbero essere reperiti o con fondi regionali o con un leasing. Vogliamo che quei soldi vengano spesi nel nostro territorio. Esprimo preoccupazione perché è tutto fermo, nessuno si muove».

LA REPLICA Ma per il nuovo direttore generale Salvatore Piu la costruzione del nuovo ospedale del Medio Campidano non è in discussione: «Non prendo decisioni che non siano condivise, ascolto le associazioni dei cittadini e del volontariato. Dico che questo territorio merita una nuova struttura. La legge ci impone di avere tutti i fondi in cassa per far partire i lavori: da tecnico dico che non si può fare a meno del nuovo ospedale. Voglio procedere con gli espropri quanto prima». Interviene anche il comitato “Salviamo l’ospedale del Medio Campidano”: «Chiediamo che l’assessore regionale alla Sanità Liori si faccia garante degli impegni assunti per la costruzione del nuovo ospedale del Medio Campidano. Ricordiamo che con la delibera della Giunta regionale numero 3 del 26 gennaio 2011 rassicurava sull’azione e volontà da parte dell’attuale Giunta di costruire il nuovo ospedale. Chiediamo un incontro chiarificatore con l’assessore Liori per avere conferma su volontà e tempi necessari all’avvio dei lavori del nuovo ospedale».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda del 26/04/2011

Lascia un commento