25.7 C
San Gavino Monreale
sabato, Giugno 6 2020

Nuove regole per i volontari

Da leggere

Convocazione del Consiglio Comunale – 8 giugno 2020

Come concordato e deciso all’unanimità nella seduta del 04/06/2020 (assente solamente il Consigliere Garau), il Consiglio Comunale viene convocato per  il giorno...

Trasferimento del Servizio di Diabetologia, la nota dei sindaci

Una nota congiunta dei Sindaci della Conferenza Socio Sanitaria di Sanluri, riunitisi qualche giorno fa in una riunione a Lunamatrona per opporsi...

“Due chiacchiere in camicia”: Alberto Ibba intervista Claudia Serra

"Due chiacchiere in camicia" è un appuntamento settimanale sul canale Instagram di Alberto Ibba. In ogni appuntamento, Alberto intervisterà in diretta -...

Coronavirus: a San Gavino 2 nuovi casi, entrambi positivi al tampone per la prima volta

Due nuovi casi di coronavirus a San Gavino Monreale. Questa la notizia più gettonata, nel nostro paese, nelle ultime ore.

La Provincia stabilisce i criteri di assegnazione: mai più soldi a pioggia. Ecco l’albo delle associazioni: pronti 600 mila euro.

Nuove regole per i volontari
Nuove regole per i volontari

Il cuore grande del Medio Campidano è un esercito di 10 mila volontari. Pulsa e cresce nei 28 Comuni della Provincia, alimentando quotidianamente ben 279 associazioni: 112 operano nella sanità, 5 nella promozione sociale, 1 di auto mutuo aiuto, 25 nel settore folcloristico, 5 nella cultura, 21 nella musica, 100 in attività di teatro, spettacolo e beni culturali. Una realtà importante, sopravvissuta grazie ad un sostegno economico della Provincia di poco più di 600 mila euro. Fondi distribuiti a volte a pioggia, a volte in base all’ordine di arrivo della richiesta, altre in base ai bisogni e alle attività programmate. Inevitabili malumori e polemiche: «A noi pochi spiccioli, ad altri somme consistenti». Ora non più: il Consiglio provinciale ha appena approvato un regolamento che dà vita all’Albo delle associazioni e delle Organizzazioni di volontariato.

IL CAMBIO Niente è lasciato più al caso: da oggi solo chi è iscritto nell’apposito registro potrà vantare diritti e accedere a qualsiasi forma di risorsa. Fra i requisiti c’è l’obbligo di operare senza fini di lucro, di avere una sede legale nel Campidano, un atto costitutivo, uno statuto, un proprio bilancio e relazionare sulle attività svolte. I gruppi folk in particolare dovranno produrre materiale documentario e fotografico, possedere un’assicurazione estesa a tutti i soci, obbedire ad un disciplinare di decoro e portamento, pena la cancellazione dall’Albo.

IL RECORD «Siamo la prima Provincia», dice l’assessore al Turismo, Michele Cuccui, «dotata di un Albo delle associazioni. Nel 2011, anno europeo del volontariato, ci è sembrato doveroso ricordarci di loro, ponendo al centro dell’attenzione il lavoro silenzioso svolto con discrezione e determinazione. L’obiettivo è monitorare e valorizzare tutte le forme di associazionismo nella stessa identica maniera. Senza privilegiarne alcune e penalizzarne altre».

Fonte: Santina Ravì, Unione Sarda del 04/06/2011

Articolo precedenteReferendum 12 e 13 Giugno
Articolo successivoLa denuncia del Comune a RFI

Altri articoli

Ultime News

Convocazione del Consiglio Comunale – 8 giugno 2020

Come concordato e deciso all’unanimità nella seduta del 04/06/2020 (assente solamente il Consigliere Garau), il Consiglio Comunale viene convocato per  il giorno...

Trasferimento del Servizio di Diabetologia, la nota dei sindaci

Una nota congiunta dei Sindaci della Conferenza Socio Sanitaria di Sanluri, riunitisi qualche giorno fa in una riunione a Lunamatrona per opporsi...

“Due chiacchiere in camicia”: Alberto Ibba intervista Claudia Serra

"Due chiacchiere in camicia" è un appuntamento settimanale sul canale Instagram di Alberto Ibba. In ogni appuntamento, Alberto intervisterà in diretta -...

Coronavirus: a San Gavino 2 nuovi casi, entrambi positivi al tampone per la prima volta

Due nuovi casi di coronavirus a San Gavino Monreale. Questa la notizia più gettonata, nel nostro paese, nelle ultime ore.

“Il Servizio di Diabetologia resta a San Gavino”

La battaglia per scongiurare il trasferimento del Servizio di Diabetologia da San Gavino Monreale a Sanluri compie un importante passo in avanti,...