36° Carnevale Storico Sangavinese
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Treni, raffica di cancellazioni

Disagi per i passeggeri diretti a Cagliari, ritardi nei collegamenti. Protestano studenti e lavoratori che ogni giorno raggiungono il capoluogo.

Treni, raffica di cancellazioni

Treni, raffica di cancellazioni

Ancora ritardi e cancellazioni di treni per i viaggiatori che ogni giorno utilizzano il treno da San Gavino in direzione Cagliari per motivi di studio o per lavoro. È successo l’altro ieri, quando almeno quattro treni sono stati soppressi all’ultimo momento con gravi disagi per tutti. Così nella stazione del capoluogo sardo è stato cancellato il treno delle 14.02 che arriva a San Gavino alle 14.53. A quel punto i viaggiatori hanno aspettato fiduciosi il convoglio successivo delle 14.30 (arrivo a San Gavino alle 15.19), ma anche questo è stato soppresso. Ai viaggiatori non è rimasto altro che aspettare il treno delle 15 che, questa volta, è partito con gli immaginabili disagi perché erano presenti le persone di ben tre convogli. Molti hanno trascorso il viaggio in piedi negli anditi tra una carrozza e altra senza aria condizionata: il treno delle 15 ha fatto diverse fermate rispetto a quelle previste anche a Villasor, Serramanna e Samassi per permettere ai viaggiatori di quei paesi di rientrare a casa.

I disagi sono continuati anche in serata perché all’ultimo momento è stato soppresso anche il treno delle 18.30 che arriva a San Gavino alle 19.22: «Siamo riusciti a partire col il treno delle 19 che è stato ritardato alle 19.45 – racconta Angela Canargiu, uno dei tanti pendolari – siamo arrivati a San Gavino alle 20.30. Non ci è stata data nessuna spiegazione, solo scuse per il ritardo». Insomma oltre un’ora di ritardo che per molti arriva al termine di una dura giornata di lavoro in cui il termometro ha toccato i 30 gradi. Intanto le Ferrovie dello Stato fanno sapere che il disagio è al guasto di un convoglio. Tra i viaggiatori c’è chi non dorme sonni tranquilli perché la paura è che possano ripetersi i forti disagi degli ultimi mesi dello scorso anno.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda di Mercoledì 07 settembre 2011

Lascia un commento