#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Zafferano, rassegna-boom

Centinaia di visitatori agli stand in piazza

Zafferano, rassegna-boom

Zafferano, rassegna-boom

«Quello vero è il nostro» Lo zafferano? «Quello originale è solo di San Gavino». La sagra dedicata all’oro rosso ha fatto il pieno di visitatori nel fine settimana e ha gonfiato il petto di organizzatori e amministratori comunali. Un trionfo, forse inatteso che è servito soprattutto per rivendicare il primato del paese nella produzione della spezia. «La cultura dello zafferano», commenta Cinzia Uda, assessore alla Cultura, «è soltanto sangavinese e nessuno può toglierci questo grande valore. Tuttavia spetta a noi preservare questa grande potenzialità commerciale e turistica, collaborando e unendo le forze di tutti: solo così potremo ricostruire la nostra identità». Tradotto in parole povere: l’orgoglio deve andare di pari passo con nuove iniziative capaci di promuovere meglio il prodotto locale.

DUE ROUND Tra sabato e domenica San Gavino è stata presa d’assalto: un viavai di visitatori lungo le numerose tappe della kermesse (edizione numero 21) quest’anno distribuita in due fine settimana.
«Siamo tutti entusiasti del buon risultato di questo evento» afferma il sindaco, Gianni Cruccu. «Quest’anno abbiamo voluto cambiare passo partendo dal nome: non si parla più di sagra ma di rassegna. Altro importante fattore l’affidamento della manifestazione, tramite bando, a una nuova associazione. Probabilmente in primavera, nell’ambito dei festeggiamenti di San Gavino Martire, abbiamo intenzione di promuovere un festival culinario con la degustazione di prodotti e realizzare una gara internazionale. Vogliamo insomma valorizzare ed esibire la spezia in tutte le sue sfaccettature, dalla sua coltivazione e produzione, ma anche tutti gli utilizzi che con essa si possono ottenere, iniziando da come si mangia».

PIRAS Obiettivo quindi raggiunto dall’associazione culturale “Stazione Medio Campidano”. Merito del successo anche l’arduo compito del presidente dell’associazione, Walter Piras, esperto nell’organizzazione di eventi, che ha saputo coordinare con maestria un gruppo di giovani volontari. «La buona riuscita – dichiara – è dovuta a un gruppo di pochi ragazzi capaci, in poco tempo, di gestire un centinaio di espositori, alle attività commerciali e le associazioni che si sono rese disponibili per l’evento». Sabato e domenica prossima nuovo round della rassegna.

Fonte: Marcella Pistis, Unione Sarda del 16/11/2011

Lascia un commento