26.2 C
San Gavino Monreale
giovedì, 6 Agosto 2020

A fuoco l’auto dell’assessore

Da leggere

Consiglio Comunale del 6 agosto 2020, la diretta streaming

La riunione di Consiglio Comunale, convocato in videoconferenza, per il giorno 06/08/2020 alle ore 19:30 CANALE YOUTUBE DEL COMUNE...

San Gavino, una galleria per unire stazione e area bus

Mettere in sicurezza i viaggiatori nel percorso pedonale dal treno al pullman e viceversa. Ma anche la modernizzazione e l'ampliamento del terzo...

Lions Club italiani, supera quota 6 milioni di euro l’impegno contro il coronavirus

Altri 40 ventilatori polmonari e cinque unità di terapia sub-intensiva distribuite in questi giorni in tutta Italia grazie ad un intervento della...

San Gavino, cercasi famiglia per un gattino vagabondo

Un gattino vagabondo, trovato in forte stato di denutrizione, cerca famiglia a San Gavino Monreale. Il micio è stato salvato e sfamato...

Vandali in azione nella notte, escluso movente legato all’incarico. Secondo incendio in pochi giorni: danneggiata la facciata di una casa.

A fuoco l’auto di un assessore comunale a San Gavino. Nessun movente politico, dicono gli investigatori. Quasi certamente si è trattato di un gesto vandalico.

A fuoco l'auto dell'assessore
A fuoco l'auto dell'assessore

È accaduto l’altra notte in via Repubblica. Per circa un’ora una squadra dei vigili del fuoco di Sanluri ha lavorato per spegnere le fiamme. Erano passati venti minuti alle 2 fra venerdì e sabato quando un forte boato ha svegliato di soprassalto gli abitanti della zona. Molti si sono riversati nella strada dove il fuoco stava divorando l’Alfa Romeo 156, di proprietà dell’assessore comunale, Paolo Onnis: le fiamme hanno anche raggiunto la facciata di un’abitazione, ristrutturata pochi mesi fa e, fortunatamente, disabitata.

Sul posto sono subito giunti i Vigili del fuoco di Sanluri e una pattuglia dei carabinieri della stazione di San Gavino. Due le ipotesi avanzate: un corto circuito o un atto vandalico. La più accreditata è quella di un atto vandalico compiuto da un gruppo di teppisti. Sarebbe il secondo in poco tempo: qualche giorno fa in via Pola, una parallela della via Repubblica, era stato preso di mira un portone, poi ridotto in cenere.

Sconcertato l’assessore Onnis: «Penso che il motivo di questa vicenda sia una bravata da parte di un gruppo di balordi annoiati. Non mi sforzo di trovare altre spiegazioni.». Anche il sindaco, Gianni Cruccu esclude retroscena:«Ciò che è capitato all’assessore Onnis, è stata una sfortunata coincidenza».

Altri articoli

Ultime News

Consiglio Comunale del 6 agosto 2020, la diretta streaming

La riunione di Consiglio Comunale, convocato in videoconferenza, per il giorno 06/08/2020 alle ore 19:30 CANALE YOUTUBE DEL COMUNE...

San Gavino, una galleria per unire stazione e area bus

Mettere in sicurezza i viaggiatori nel percorso pedonale dal treno al pullman e viceversa. Ma anche la modernizzazione e l'ampliamento del terzo...

Lions Club italiani, supera quota 6 milioni di euro l’impegno contro il coronavirus

Altri 40 ventilatori polmonari e cinque unità di terapia sub-intensiva distribuite in questi giorni in tutta Italia grazie ad un intervento della...

San Gavino, cercasi famiglia per un gattino vagabondo

Un gattino vagabondo, trovato in forte stato di denutrizione, cerca famiglia a San Gavino Monreale. Il micio è stato salvato e sfamato...

Ciao, Orlando

Apprendiamo con infinita tristezza che Orlando Montis ci ha lasciati. Per tutti, Orlando era un simbolo di San Gavino Monreale....