#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Il presidente Fulvio Tocco nega gli sprechi della Provincia

Nella Provincia del Medio Campidano non ci sono sprechi e dal contenimento della spesa si raccolgono le risorse per portare avanti progetti produttivi in collaborazione diretta con le amministrazioni comunali

Provincia del Medio Campidano

Provincia del Medio Campidano

C’è un limite a tutto, anche alla disinformazione. Il presidente Kennedy amava ripetere che una notizia non vera detta cinque volte, per l’opinione pubblica diventa vera.
Per esempio, l’articolo di oggi sulla L’Unione Sarda, pagina 30 della cronaca dedicata al MEDIO CAMPIDANO, titolato La Provincia? Troppe spese parrebbe costruito più per creare discredito su un ente prossimo a giudizio referendario che a descrivere fatti con riscontri oggettivi.

Nello stesso articolo si parla di “Pranzi, cene, convegni, viaggi, eventi, brochure, rappresentanza e soprattutto consulenze”. Ma di che si parla? Su quali riscontri oggettivi e atti si basano queste fantasiose descrizioni?

Nella pubblica amministrazione i soldi vengono impegnati tramite i fondi stanziati in bilancio, e noi questi sprechi scritti in bilancio non li vediamo perché non ci sono. Questa provincia ha fatto invece della sobrietà un suo modello di comportamento. Invito l’articolista, quindi, non solo ad amplificare alcune stonature e detrazioni di alcuni consiglieri della minoranza, ma a ad impegnarsi per una maggiore oggettività. Per esempio su personale, staff e dirigenti, sono pronto a confrontarmi con chiunque dati alla mano. Recentemente, per esempio, è stato accertato che i dirigenti del Medio Campidano sono i meno pagati fra tutte le Province sarde. Mica male per una provincia degli sprechi…

Mi dispiace far rilevare che la stampa sta dando addosso all’ente provincia per dimostrare che gli sprechi della pubblica amministrazione si annidano negli enti intermedi. Purtroppo per chi ha coniato questi messaggi populisti, l’ente provincia è quello che costa meno del sistema italiano col 4% delle somme analizzate.

Troppe le notizie riportate senza una regolare verifica, una volta siamo stati accusati dell’acquisto di un cane da tartufo, recentemente Mario Giordano, in un suo recente libro dal titolo emblematico “Spudorati”, ci ha attribuito l’organizzazione della sagra del Salmone. Recentemente siamo stati accusati di aver speso 50 mila euro per la presenza alla fiera campionaria di Cagliari. Ora si parla di tante altre spese senza che ci sia una puntuale verifica delle stesse, frutto forse di informazioni e suggestioni di parte o di una poco approfondita conoscenza della formazione della spesa pubblica.

Ora diciamo basta con l’informazione finalizzata a mettere in cattiva luce l’ente provincia che si sta distinguendo sullo scenario nazionale per essere tra quelli sobri, innovativi e veloci. Un ente che riesce a risparmiare risorse per poi utilizzarle per proggetti a carattere agro-eco-ambientali finalizzati alla produzione della ricchezza locale.

Ma anche per dimostrare che l’ente intermedio è di gran luna meno costoso dell’ente regione che si mangia quasi l’80% delle pubbliche risorse inerenti il sistema. La provincia costa solo il 4% e riesce pure ad avere una tempistica, ormai testata che il sistema regione, se ben più costoso, non riuscirà mai a sostenere.

Fulvio Tocco – Presidente della Provincia del Medio Campidano

Lascia un commento