#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

«Tagliamo le nostre indennità»

Il componente della Giunta propone anche di ridurre gli emolumenti dei dirigenti. L’assessore Mostallino: solo così ridurremo la tassazione dei cittadini.

Tagli alle indennità dei politici locali?

Tagli alle indennità dei politici locali?

Ridurre le indennità di sindaco, assessori e funzionari del Comune per non aumentare le tasse ai cittadini. È la proposta dell’assessore alle Politiche giovanili e allo sport Giovanni Mostallino: «Non ha senso mettere un cappio al collo ai cittadini. Se bisogna fare tagli questi vanno individuati nelle spese del nostro Comune. Si possono ridurre del 50 per cento gli emolumenti ai responsabili di Servizio del Comune: dimezzando l’indennità di carica si risparmierebbero 45 mila euro. Inoltre propongo alla Giunta di diminuire del 20-30 per cento l’indennità di carica degli assessori. Bisogna smettere di dare incarichi esterni per la contabilità dell’iva e dei modelli 779 del 2011».

C’è poi l’aliquota della tanto odiata Imu, l’imposta municipale unica e l’assessore Mostallino teme che in sede di delibera possa essere portata a livelli alti: «Ho già detto la mia alla Giunta – rimarca – che non intendo sacrificare i sangavinesi per fare cassa. In questo periodo di crisi bisogna stare attenti alla aliquote anche perché se per la seconda casa è fissata al 7,6 %, di questa la metà la prende lo Stato».

Per l’assessore all’Ambiente Paolo Onnis il discorso è più articolato: «Prendo 830 euro netti per l’incarico di assessore, sottraendo tempo al mio lavoro di libero professionista mentre c’è chi in Giunta è pensionato e ha lo stipendio pieno. I costi della politica dal basso sono costi di democrazia mentre ai partiti vanno 500 milioni di euro. Per l’Imu metteremo il parametro minimo: con l’Ici sulla seconda casa il Comune incassava 800 mila euro, con l’Imu sulla prima avremo entrate per 600 mila euro, 200 mila in meno. I trasferimenti dello Stato del fondo unico diminuiti del 5 per cento, circa 70 mila euro. I soldi sono pochi e bisogna garantire i servizi primari».

Per la minoranza bisogna evitare gli sprechi. Dice Angela Canargiu: «Occorre più attenzione nella gestione della spesa: non era opportuno impegnare quasi 25 mila euro per il carnevale. Concordo con Mostallino per il taglio delle indennità di sindaco e assessori e sono disposta a rinunciare al gettone di presenza dei Consigli comunali. La gestione del patrimonio è nell’abbandono totale, ci sono troppi sperperi nell’ordinaria amministrazione: ad esempio nell’ultimo Consiglio sono stati dati 50 fogli a testa con i curricula per i candidati a revisore dei conti».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Lascia un commento