Trattorando 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Telecamere per sorprendere chi inquina

Telecamere per sorprendere chi inquina

Telecamere per sorprendere chi inquina

Un ammasso di lavatrici, computer, televisori e ferrivecchi abbandonati. È il triste spettacolo che si presenta in molte campagne sangavinesi. E come se non bastasse negli ultimi tempi le discariche si sono arricchite di altri rifiuti. Ecco perché l’assessore all’Ambiente Paolo Onnis ha dichiarato guerra contro chi contribuisce al degrado: «È un fatto di grave inciviltà anche perché la maggior parte dei rifiuti dispersi vengono ritirati normalmente. Potenzieremo i controlli e adotteremo nelle campagne un sistema di videosorveglianza mobile in almeno quattro punti critici, tra i quali l’area di “Funtana e’canna”, quella a ridosso della fonderia e altri dove le discariche abusive si riformano nonostante le aree siano state pulite più volte. Nel 2009 abbiamo speso 16 mila euro per la bonifica di un’area dove era presente anche l’amianto e ancora 50 mila euro con il programma “Sardegna fatti bella”. Farò inserire la spesa all’interno del Bilancio che porteremo in Consiglio a maggio. In media ogni impianto di videosorveglianza costerà non più di 2-3 mila euro, con 4 postazioni non spenderemo più di 12 mila euro».

Tolleranza zero verso chi contribuisce al degrado: «Adesso – aggiunge Paolo Onnis – useremo il pugno di ferro contro gli inquinatori. I controlli dei vigili urbano e di alcune associazioni ambientali saranno intensificati. Inoltre a breve all’ufficio tecnico del Comune sarà disponile una nuova modulistica sull’edilizia e chi farà demolizioni sarà obbligato a dire dove ha smaltito i materiali esibendo la ricevuta dell’avvenuto conferimento: questo permetterà di ridurre le discariche abusive».

L’assurdo è che quasi tutti i rifiuti, tranne l’amianto, possono essere ritirati gratuitamente a casa come spiega Gavino Floris, titolare dell’Eurogest, la ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti: «Chiunque può conferire nel nostro centro e per il ritiro di vecchie lavatrici e altri materiali è sufficiente una telefonata e provvediamo al ritiro. Abbiamo pulito più volte le stesse discariche».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Lascia un commento