#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

«Il sindaco ostacola i consiglieri»

La rivolta di minoranza e maggioranza sugli orari di accesso agli uffici comunali. In sei scrivono al prefetto: ci è impedito di svolgere il nostro compito.

Delibere

Delibere

È ancora polemica sugli orari di ingresso al municipio per i consiglieri comunali stabiliti dal sindaco Gianni Cruccu. Per i cinque esponenti della minoranza ma anche per il consigliere di maggioranza Chiaro Brau, ormai sul piede di guerra, la decisione del primo cittadino è inammissibile e non motivata. Di qui la scelta di inviare una segnalazione al prefetto di Cagliari e all’assessorato regionale agli Enti locali.

«Con questo atto – rimarcano i sei consiglieri – viene pregiudicata la possibilità di esercitare le funzioni legate al nostro mandato. La delibera di Giunta richiamata dal sindaco è finalizzata alla regolamentazione degli orari di accesso al pubblico degli uffici comunali. Inoltre anche lo statuto del Comune del 2006 non prevede nessuna limitazione alle attività dei consiglieri comunali». Per i sei consiglieri non c’era la necessità di adottare un simile provvedimento: «Infatti lo stesso sindaco – rimarcano – evidenzia che nessun consigliere ha mai abusato del proprio ruolo. Ecco perché chiediamo al prefetto di Cagliari e all’assessorato regionale agli Enti locali un intervento al fine di garantire il ripristino dei diritti democratici sanciti dalle norme e dai regolamenti e lesi dalla disposizione del sindaco. Questi diritti sono alla base del corretto svolgimento delle proprie funzioni attribuite attraverso il mandato istituzionale di consiglieri».

E se il sindaco Gianni Cruccu contattato telefonicamente, preferisce non rilasciare dichiarazioni, l’assessore ai Lavori pubblici e Urbanistica Bruno Deidda ribatte alle accuse dei consiglieri di minoranza punto per punto: «Questa segnalazione al prefetto è stata fatta solo per mettere in cattiva luce l’amministrazione e presentarla in chiave antidemocratica. Gli atti si trovano sul sito web del Comune e vengono inviati ai consiglieri. Questo regolamento è stato fatto per migliorare la qualità del lavoro negli uffici. Il nostro obiettivo è migliorare i servizi nei confronti dei cittadini. Così questi orari dati ai consiglieri permettono di organizzare meglio il lavoro ordinario e straordinario. I consiglieri hanno la possibilità di prendere appuntamenti anche in orari diversi. Ricevono puntualmente tutti gli atti e nel caso avessero bisogno di ulteriore documentazione possano concordare un appuntamento con i responsabili di servizio».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Lascia un commento