Carnevale Storico Sangavinese 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

La predella di San Gavino Monreale. Riscoperta e restauro.

La predella di San Gavino Monreale

La predella di San Gavino Monreale

Incontri del giovedì in Pinacoteca. Giovedì 10 maggio 2012, alle 17, nei locali della Pinacoteca Nazionale di Cagliari, in Cittadella dei Musei, piazza Arsenale, a Cagliari, Lucia Siddi, Storica dell’arte della Soprintendenza BPSAE, presenta la conferenza: La predella di San Gavino Monreale. Riscoperta e restauro.

Oltre 10 anni fa, casualmente, tornavano alla luce dei frammenti di pittura cinquecentesca di inestimabile valore, nascosti sotto strati di ridipinture settecentesche e riutilizzati in due altari lignei della chiesa di Santa Chiara a San Gavino Monreale. Grazie alle sinergie tra la Soprintendenza BAPSAE di Cagliari e Oristano, l’Amministrazione Comunale di San Gavino e la Regione Autonoma della Sardegna si è potuto procedere al restauro completo dei due altari e al recupero dei frammenti cinquecenteschi, facenti parte di una predella di retablo, oggi perduto. Le tavole sono attualmente esposte nel Museo Diocesano d’Arte Sacra di Ales.

L’appuntamento è il quattordicesimo di una serie di incontri che avranno per tema: “Esperienze artistiche in Sardegna tra Medioevo ed Età Moderna”. Il ciclo di conferenze è promosso dal direttore della Pinacoteca, Marcella Serreli, della Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Cagliari e Oristano, diretta dal Soprintendente Gabriele Tola, in collaborazione con l’Università di Cagliari, Facoltà di Lettere e Filosofia. Da novembre a maggio, si alterneranno nelle sale del museo, studiosi ed esperti che interverranno sul tema che sarà affrontato da diverse angolazioni. Agli studenti del corso di Laurea in Beni Culturali della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Cagliari, presenti ad almeno dieci conferenze, verrà rilasciato un attestato di partecipazione, grazie al quale potranno ottenere l’attribuzione di un credito formativo universitario.

Per assistere alle conferenze l’ingresso al museo è gratuito.

Fonte: comunecagliarinews.it

Condividi la pagina

Lascia un commento