14.5 C
San Gavino Monreale
venerdì, Aprile 10 2020

Virus del Nilo, esami okay

Da leggere

Raccontare San Gavino ai tempi del coronavirus. Ospite del 9 aprile, Carlo Tomasi

Oggi con noi il Sindaco Carlo Tomasi. Tutte le sere dal lunedì al venerdì alle 21:30 andrà in onda "Raccontare San Gavino...

Preghiera di Adorazione del Giovedì Santo ore 21:30 (diretta streaming)

Le Parrocchie dell'Unità Pastorale di San Gavino Monreale permettono ai fedeli di partecipare mediante la diretta streaming alle celebrazioni. Un modo sano...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 9 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 975 a 1.026 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Febbre del Nilo
Febbre del Nilo

Nessun allarme per la febbre del Nilo nel Medio Campidano, almeno fino ad oggi. Nei giorni scorsi, nel territorio di Sardara è stata trovata una cornacchia grigia positiva al virus, che si aggiunge alle quattro che oltre due mesi fa furono recuperate a Guspini , Sanluri e Villacidro . A darne conferma è il Servizio veterinario di sanità animale dell’Asl 6 di Sanluri, che da oltre un anno sta monitorando tutto il territorio provinciale.

«Un’importantissima attività di sorveglianza si espleta sugli animali stanziali sinantropici, che vengono sottoposti a sorveglianza attiva mediante prelievi ed analisi per individuare precocemente la ripresa della circolazione virale», afferma Augusto Malica del servizio veterinario.

Nell’estate del 2011, a Sanluri e a Gonnosfanadiga, due cavalli risultavano positivi alla febbre del Nilo, per cui furono abbattuti. Da allora l’attività di sorveglianza è stata intensificata, soprattutto nella fase del passaggio del virus dagli uccelli ai mammiferi, passaggio a rischio anche per l’uomo. Sono stati messi sotto controllo trentasei equidi sentinella, cavalli e asini che pascolano nelle diverse zone del Medio Campidano. Su questi asini e cavalli, i veterinari della Asl 6 effettuano, nel periodo di maggior rischio che va da maggio ad ottobre, diversi prelievi di sangue, per individuare il più precocemente possibile il passaggio del virus dai volatili ai mammiferi e quindi prevedere il rischio dell’insorgenza della malattia, oltre che nei cavalli, anche nell’uomo.

«Particolarmente rassicuranti appaiono i primi risultati sugli equidi sottoposti a sorveglianza, che evidenziano la bassissima positività anticorporale, e questo indica la scarsa circolazione virale nel Medio Campidano», affermano al servizio veterinario dell’Asl 6.

Fonte: Gian Paolo Pusceddu, Unione Sarda

Articolo precedenteRugby Rebels – Fuori dalla mischia
Articolo successivoPro Loco senza spazi

Altri articoli

Ultime News

Raccontare San Gavino ai tempi del coronavirus. Ospite del 9 aprile, Carlo Tomasi

Oggi con noi il Sindaco Carlo Tomasi. Tutte le sere dal lunedì al venerdì alle 21:30 andrà in onda "Raccontare San Gavino...

Preghiera di Adorazione del Giovedì Santo ore 21:30 (diretta streaming)

Le Parrocchie dell'Unità Pastorale di San Gavino Monreale permettono ai fedeli di partecipare mediante la diretta streaming alle celebrazioni. Un modo sano...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 9 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 975 a 1.026 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Santa Messa del Giovedì Santo ore 18:30 (diretta streaming)

Le Parrocchie dell'Unità Pastorale di San Gavino Monreale permettono ai fedeli di partecipare mediante la diretta streaming alle celebrazioni. Un modo sano...