10.1 C
San Gavino Monreale
venerdì, Aprile 3 2020

Raduno delle apixeddas

Da leggere

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 27.071 € dopo 10 giorni

Dopo 10 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 27.071 euro grazie alla donazione...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 2 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus, ecco quanto ha inciso sulla mortalità in Sardegna

La pandemia da coronavirus sta cambiando il nostro mondo, le nostre abitudini e il timore (fondato) è che possa essere qualcosa con...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 745 a 794 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Gli espositori: «È un insostituibile mezzo di lavoro». Molti curiosi alla manifestazione organizzata per la festa PD.

Raduno delle apixeddas
Raduno delle apixeddas

Una folla di curiosi e appassionati ha partecipato al primo raduno de «is apixeddas» organizzato all’interno della festa del Partito Democratico (PD) nel parco di viale Rinascita. A questo primo raduno delle motocarrozzelle Ape erano presenti tanti giovani. Luigi Fais, 72 anni, ha trasformato il suo veicolo a tre ruote nell’Ape Maia. «I miei nipoti hanno decorato il mezzo», racconta, «con colori e cartone». Vicino c’è Massimo Sanna, 40 anni, muratore. «Ho messo la bandiera dei quattro mori», spiega, «che è il simbolo della Sardegna. La uso tutti i giorni per il mio lavoro di muratore».

Il record dell’apixedda più anziana appartiene ad Alberto Lixi, 26 anni: «La mia ape è stata immatricolata nel 1983. Ho comprato il veicolo usato per 200 euro, altri 500 sono serviti per metterla a nuovo». Poi è il turno dei giovanissimi Alessandro Piras e Lorenzo Arixi: «Siamo venuti per divertirci e per trascorrere una giornata in allegria».

Poco più avanti c’è Federico Angei, 18 anni: «L’ape viene utilizzata da mio padre per lavoro. Partecipo per passione». Inconfondibile il veicolo di Antonio Caboni: «Ho scelto il giallo intenso in modo da farmi riconoscere da lontano. La mia è un’ape operaia. C’è anche il gancio da traino per attaccare il girarrosto. Ho anche la scala ed altri attrezzi per il lavoro in campagna. È comoda perché le strade rurali sono in pessime condizioni».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Altri articoli

Ultime News

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 27.071 € dopo 10 giorni

Dopo 10 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 27.071 euro grazie alla donazione...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 2 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus, ecco quanto ha inciso sulla mortalità in Sardegna

La pandemia da coronavirus sta cambiando il nostro mondo, le nostre abitudini e il timore (fondato) è che possa essere qualcosa con...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 745 a 794 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

La fake news delle rapine con la scusa della consegna delle mascherine

Su social e WhatsApp di tanti cittadini sangavinesi, nelle ultime ore sta girando un messaggio inquietante, che recita così: “Stanno girando delle...