19.7 C
San Gavino Monreale
sabato, Giugno 6 2020

Petizione per chiudere un bar

Da leggere

Coronavirus: a San Gavino 2 nuovi casi, entrambi positivi al tampone per la prima volta

Due nuovi casi di coronavirus a San Gavino Monreale. Questa la notizia più gettonata, nel nostro paese, nelle ultime ore.

“Il Servizio di Diabetologia resta a San Gavino”

La battaglia per scongiurare il trasferimento del Servizio di Diabetologia da San Gavino Monreale a Sanluri compie un importante passo in avanti,...

Coronavirus, due nuovi casi a San Gavino Monreale

Due nuovi casi di positività al coronavirus nel Sud Sardegna: questo quanto emerso nel nuovo bollettino diramato dalla Protezione Civile alle 17:00....

San Gavino, 100 mila euro per le partite IVA

Durante la seduta del Consiglio Comunale del 4 giugno 2020 è stato annunciato che il Comune di San Gavino Monreale è riuscito...

I residenti di via Parrocchia esasperati da ubriachi e persone che sporcano la zona. L’accusa: troppo chiasso e tanta maleducazione. La replica: è tutto falso.

Fumo passivo, schiamazzi notturni e diurni, puzza di urina e birra. È questa l’accusa che una decina di residenti di via Parrocchia ha rivolto al bar che si trova al numero civico 10. Una lettera, portata al protocollo del Comune e indirizzata al sindaco di San Gavino e al comandante dei vigili urbani. Per i residenti non si può più vivere in questa situazione.

Petizione per chiudere un bar
Petizione per chiudere un bar

Tra i firmatari c’è Paola Cruccu, 86 anni, che abita a pochi metri dal bar: «Si sentono urla, spesso ci sono litigi, c’è chi urina nel portone vicino. Ho paura di questa situazione. D’estate vanno avanti fino a tarda notte e non mi resta che prendere il rosario e pregare». Secondo i firmatari, la presenza di avventori anche all’esterno del bar è motivo di intralcio alla circolazione, ma non solo: «Tra i clienti – spiega Antonello Collu – c’è chi beve parecchio. C’è stato anche ci si è abbassato i pantaloni davanti alle vecchiette che uscivano dalla vicina chiesa di Santa Chiara. Abbiamo chiamato diverse volte i carabinieri. È stata minacciata anche mia madre».

Questa situazione andrebbe avanti da anni: «I miei figli – racconta una signora di via Parrocchia – sono cresciuti sentendo parolacce e bestemmie, spesso i frequentatori del bar intralciano chi deve entrare nel portone di casa propria. In piena estate tengo le finestre chiuse».

Di recente è stata fatta anche una segnalazione alla Asl per il controllo delle condizioni igienico-sanitarie del locale pubblico. «Siamo costretti – sostengono i firmatari – a subire gli sputi, le imprecazioni e le molestie rivolte a noi vicini e passanti. Chiediamo l’intervento dei vigili e del sindaco».

Replica alle accuse il titolare del bar, Benito Porcella, 71 anni: «Sono perseguitato dai vicini, gli schiamazzi ci sono dappertutto. Vorrei sapere in quale bar i clienti sono silenziosi come i monaci. Ho subito anche minacce verbali. Apro dalle 8.30 alle 13 e dalle 16 alle 23».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Altri articoli

Ultime News

Coronavirus: a San Gavino 2 nuovi casi, entrambi positivi al tampone per la prima volta

Due nuovi casi di coronavirus a San Gavino Monreale. Questa la notizia più gettonata, nel nostro paese, nelle ultime ore.

“Il Servizio di Diabetologia resta a San Gavino”

La battaglia per scongiurare il trasferimento del Servizio di Diabetologia da San Gavino Monreale a Sanluri compie un importante passo in avanti,...

Coronavirus, due nuovi casi a San Gavino Monreale

Due nuovi casi di positività al coronavirus nel Sud Sardegna: questo quanto emerso nel nuovo bollettino diramato dalla Protezione Civile alle 17:00....

San Gavino, 100 mila euro per le partite IVA

Durante la seduta del Consiglio Comunale del 4 giugno 2020 è stato annunciato che il Comune di San Gavino Monreale è riuscito...

Allerta meteo gialla fino a mezzogiorno del 5 giugno 2020

Il Centro Funzionale Decentrato di Protezione Civile, in data odierna, ha emesso a partire dalle ore 15:00 del 04.06.2020 e sino alle 11:59...