10.5 C
San Gavino Monreale
giovedì, Aprile 2 2020

La fontana? Cancellata

Da leggere

Coronavirus, come smaltire i rifiuti domestici

L'emergenza coronavirus sta cambiando tante piccole abitudini quotidiane. Oggi vi proponiamo, dopo aver ricevuto alcune domande in merito, una guida pratica dell'Istituto...

Il Sindaco Carlo Tomasi su San Gavino Monreale . Net

In esclusiva per il sito San Gavino Monreale . Net, le risposte del Sindaco Carlo Tomasi alle nostre domande in questi giorni...

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 25.356 € dopo 9 giorni

Dopo 9 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 25.356 euro grazie alla donazione...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 1 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

“Is quatru grifonis” adesso diventerà uno spartitraffico. Bocciata anche la proposta dello scultore Sergio Putzu.

Is quatru grifonis
Is quatru grifonis

È una fontana nel cuore del paese che per tutti i sangavinesi ha un grande valore storico e affettivo. Da tutti è conosciuta con il nome “Is quatru grifonis” e ora rischia di venire snaturata o comunque in parte coperta da una nuova segnaletica stradale. Infatti un’ordinanza della Polizia municipale ha di recente trasformato questo punto in una rotatoria. I segnali del cambiamento non sono ancora visibili, ma a breve dovrà essere adeguata sia la segnaletica verticale (i cartelli) sia quella orizzontale con le strisce. Inoltre la fontana ormai non può essere più considerata tale perché è all’asciutto e per il suo funzionamento il Comune spendeva circa 4 mila euro all’anno, troppi in periodo di crisi.

Tanti cittadini avevano proposto anni fa una valorizzazione di questo punto tra le vie Torino e Santa Severa. Un artista sangavinese, Sergio Putzu, che ottiene riconoscimenti per i suoi dipinti e per le sue sculture in tutta Italia, aveva proposto di abbellire questo luogo con una scultura raffigurante una donna con la brocca da cui sarebbe fuoriuscita l’acqua come simbolo del movimento della vita. «Ho realizzato questa idea creativa – spiega Sergio Putzu – che avrei potuto fare personalmente o che avrebbe potuto realizzare anche un’altra persona. Senza spese per il Comune, a parte il costo dei materiali. Purtroppo se si continua così il paese impoverirà sempre di più da un punto di vista culturale».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Altri articoli

Ultime News

Coronavirus, come smaltire i rifiuti domestici

L'emergenza coronavirus sta cambiando tante piccole abitudini quotidiane. Oggi vi proponiamo, dopo aver ricevuto alcune domande in merito, una guida pratica dell'Istituto...

Il Sindaco Carlo Tomasi su San Gavino Monreale . Net

In esclusiva per il sito San Gavino Monreale . Net, le risposte del Sindaco Carlo Tomasi alle nostre domande in questi giorni...

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 25.356 € dopo 9 giorni

Dopo 9 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 25.356 euro grazie alla donazione...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 1 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 722 a 745 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...