9.5 C
San Gavino Monreale
giovedì, Aprile 9 2020

«Il concorso per i diplomi delle badanti è da rifare»

Da leggere

Aiutateci a ritrovare Sofia

San Gavino Monreale, è sparita da via Machiavelli. Da due giorni non si trova Sofia, è una gatta diffidente ed è abituata...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 8 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

[Breaking News] Ecco come saranno i Buoni Spesa comunali

In anteprima assoluta, vi mostriamo come saranno i Buoni Spesa comunali che serviranno per tamponare le situazioni di difficoltà economica da parte...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 935 a 975 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Il concorso per i diplomi delle badanti è da rifare
Il concorso per i diplomi delle badanti è da rifare

Dopo aver letto sul sito della Provincia l’avviso del corso per il rilascio di un attestato alle badanti e, dopo aver sentito le lamentele degli esclusi, i consiglieri provinciale di minoranza del Medio Campidano, «ritenendo che siano apparsi evidenti profili di illegittimità», hanno condiviso di indirizzare al presidente Fulvio Tocco la richiesta di revoca in autotutela dello stesso corso.

«Nell’avviso», spiega il primo firmatario, Gianni Lampis, «si indicava l’orario del protocollo della Provincia per la consegna delle domande di partecipazione. Per l’esattezza dalle 10 alle 13 dal lunedì al venerdì ed il martedì dalle 15 alle 17. Ordine di arrivo come unico requisito per essere ammessi alle prove di selezione. Di fatto poi, nell’elenco della graduatoria definitiva, l’orario non è stato rispettato e sono state accolte domande fuori dal tempo previsto, a partire dalle 7.59».

Spiega Tocco: «Il progetto Sap, dell’agenzia formativa Exfor, prevede azioni volte a verificare e validare le competenze maturate dalle lavoratrici nel campo dell’assistenza familiare, che nulla hanno a che fare con la Provincia. Ci siamo limitati ad accogliere le domande, favorendo il diritto di accesso ai cittadini, che in caso contrario si sarebbero dovuti recare a Cagliari».

Pronta la replica della minoranza. «Ammesso che il progetto sia di competenza di un altro ente», aggiunge Lampis, «la Provincia si era fatta carico comunque di accogliere le domande e, nel rispetto dei principi di uguaglianza e d’imparzialità, avrebbe dovuto vigilare sulla correttezza delle procedure. A questo punto si ravvisano le motivazioni per annullare e rifare un nuovo bando».

Fonte: Unione Sarda

Altri articoli

Ultime News

Aiutateci a ritrovare Sofia

San Gavino Monreale, è sparita da via Machiavelli. Da due giorni non si trova Sofia, è una gatta diffidente ed è abituata...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 8 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

[Breaking News] Ecco come saranno i Buoni Spesa comunali

In anteprima assoluta, vi mostriamo come saranno i Buoni Spesa comunali che serviranno per tamponare le situazioni di difficoltà economica da parte...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 935 a 975 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Diretta streaming del Consiglio Comunale – 8 aprile 2020 ore 16:30

Il Sindaco Carlo Tomasi invita la popolazione a partecipare alla riunione di Consiglio Comunale, convocato in sessione straordinaria ed in videoconferenza, per il giorno 08/04/2020 alle...