Carnevale Storico Sangavinese 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Maggioranza in bilico, a rischio l’assessorato guidato da Mostallino

Giovanni Mostallino

Giovanni Mostallino

Quasi un giallo. Da tre settimane l’assessore allo Sport e problematiche giovanili Giovanni Mostallino non si presenta alle riunioni di Giunta. Una sparizione che alimenta l’ipotesi della poltrona traballante. Ad avvalorare la congettura, le tensioni provocate da una lettera al veleno che due settimane fa l’assessore allo sport ha indirizzato al sindaco Gianni Cruccu. Mostallino ha messo nero su bianco l’autoriduzione della propria indennità del 25 per cento a partire dal 1 gennaio dell’anno prossimo.

Una presa di posizione netta che non incontra il favore degli altri componenti della Giunta comunale che alcuni mesi fa in Consiglio avevano bocciato la proposta di ridursi gli stipendi.
Nei bar, nelle piazze e nei posti di lavoro circolano diverse voci. C’è chi sostiene che il primo cittadino voglia togliere la delega di assessore a Mostallino e chi parla di lotte intestine all’interno della Giunta tra quest’ultimo e alcuni assessori che non condividono le sue continue prese di posizione.

E tra gli esponenti della minoranza c’è chi come Nicola Garau non risparmia critiche all’attuale maggioranza. «L’assenza dell’assessore allo Sport è un segnale negativo che si aggiunge a quella di due consiglieri che, pur essendo in maggioranza, spesso votano contro. La tensione è evidente e Mostallino va controcorrente. Se il sindaco deciderà di togliergli la delega di fatto non avrà più la maggioranza perché Mostallino, oltre a essere uno dei più votati, è un assessore di alto livello. Senza di lui la maggioranza sarebbe ulteriormente indebolita. In Consiglio comunale mancano le idee e la voglia di confrontarsi. L’ultima riunione risale a un mese e mezzo fa: la maggioranza non ha nulla da proporre».

Il sindaco Cruccu e l’assessore Mostallino, contattati telefonicamente, non rispondono. Ora bisognerà vedere che cosa succederà nel prossimo Consiglio comunale che si riunirà a breve. Sarà l’occasione per verificare la compattezza della maggioranza. Certo è che nel caso in cui Mostallino e gli altri due consiglieri dissidenti decidessero di passare all’opposizione la situazione sarebbe di 8 consiglieri da una parte e dall’altra con il sindaco che sarebbe l’ago della bilancia. Una situazione simile a quella di tre anni fa che aveva portato alla caduta dell’allora sindaco Stefano Musanti.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Lascia un commento