Carnevale Storico Sangavinese 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Mercato civico, nuovi spazi contro la crisi

Rilanciare il ruolo del mercato civico per creare nuovi posti di lavoro e valorizzare gli imprenditori locali. Per farlo l’amministrazione comunale ha di recente risistemato l’esterno della storica struttura che si trova a due passi dalla piazza principale.

Mercato civico

Mercato civico

PREZZI DA OCCASIONE «Ci sono – spiega il sindaco Gianni Cruccualmeno sei loggette libere. Si paga non più di 110 euro al mese: gli spazi sono disponibili soprattutto per gli imprenditori locali. Avere un box al mercato può essere un modo per crearsi un posto di lavoro. Ci sono commercianti che pagano 200 euro al mese per un locale, qui il costo è ridotto. Abbiamo anche proposto alla Tre A di Arborea, che ha in gestione il caseificio, di aprire una rivendita di formaggi locali».

AFFARI CROLLATI Intanto i rivenditori del mercato civico combattono contro la grande crisi: «Lavoro qui da 40 anni», spiega il macellaio Franco Perda. «La concorrenza dei grandi centri è molto forte. Siamo rimasti in pochi e manca una rivendita di pesci». Sulla stessa linea un altro macellaio, Nanni Secci: «Gli affari sono crollati di almeno il 50 per cento rispetto a due anni fa. La gente compra la carne nella grande distribuzione, ma da noi può trovare un prodotto di qualità sardo, o al massimo italiano. Bisogna incrementare i punti vendita al mercato».

CONCORRENZA Ha grinta da vendere Andrea Corda che da un anno vende frutta e verdura di sua produzione: «Gli affari vanno male a causa della concorrenza della grande distribuzione. La gente compra prodotti di bassa qualità e non entra nel mercato perché è vuoto. Il Comune dovrebbe aiutare di più i giovani di San Gavino. Vista la crisi, i soldi sono pochi». Ha tante idee per incentivare l’arrivo di nuovi imprenditori Marilena Dessì che da 11 anni è dipendente di una rivendita locale: «Molti vengono al mercato, ma se ne vanno dopo poco tempo. Bisognerebbe incentivare i giovani facendo pagare meno, per un periodo di almeno un anno. È importante puntare sulla qualità dei prodotti e sulla cortesia nel rapporto con i clienti».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Condividi la pagina

Lascia un commento