#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

L’ex assessore: «Sindaco, ora devi dimetterti»

Municipio

Municipio

Fuoco e fiamme nell’ultimo Consiglio comunale davanti a un’aula piena di gente. Ad accendere gli animi è stata la discussione sul siluramento dell’assessore allo Sport Giovanni Mostallino che ha ripercorso le tappe dei suoi anni in giunta e delle sue tante prese di posizione: «Quattro assessori – rimarca Mostallino – hanno preteso il mio allontanamento in quanto mi hanno considerato un elemento pericoloso per la loro indennità di cariche. Ritengo finita l’esperienza della nostra lista che aveva vinto per 28 voti. Il sindaco deve prendere atto di tutto ciò e non aggrapparsi ad una poltrona che non merita più in quanto sono venuti a mancare i presupposti democratici».

Minoranza critica: «La maggioranza deve dimettersi – rimarca Giorgio Olla – perché non ha più i numeri». Animato l’intervento del consigliere dissidente Franco Serrenti: «Come capogruppo non sono riuscito a tenere la coalizione compatta. Non ha più senso parlare di maggioranza: i cittadini ogni giorno si vedono sbattuta la porta in faccia». E se per il consigliere Nicola Garau la maggioranza politica non c’è più, il vicesindaco Bruno Deidda prende le difese della giunta: «In politica ognuno ha le sue strategie: non voglio creare polemiche o scontri personali».

Sulla stessa linea l’assessore Stefano Garofano: «Mostallino ha fatto un’ottima relazione da rappresentare in teatro, non in un Consiglio comunale. Gli è stata tolta la delega e ora la crisi è finita». Critica Angela Canargiu: «La situazione è deleteria soprattutto per la cittadinanza. Stiamo arrivando ad una situazione di totale paralisi». Alla fine interviene il sindaco Gianni Cruccu che parla della lettera firmata dalla maggioranza contro Mostallino: «È stata strappata il giorno dopo. Sino a quando qualcuno non ci dice di andare a casa, per senso di responsabilità e per svolgere bene il mio lavoro sono convinto in coscienza di dover restare a dispetto di qualcuno che pensa il contrario». Insomma la provocazione delle dimissioni è respinta.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Lascia un commento