Carnevale Storico Sangavinese 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Paese più pulito con 60 assunti tra i disoccupati

Rifiuti in campagna

Rifiuti in campagna

Rendere il paese più pulito e nello stesso tempo creare posti di lavoro per i disoccupati. È con questo obiettivo che l’amministrazione comunale ogni anno assume 60 persone che vengono impegnate nello spazzamento delle strade, nella cura delle aree verdi e nella bonifica delle discariche a cielo aperto che spuntano nei luoghi più insoliti del paese. «Ogni tre mesi – spiega l’assessore all’Ambiente Paolo Onnis – vengono assunte 15 persone (5 per ogni cooperativa sociale sangavinese) tramite i servizi sociali. In questo modo in un anno diamo lavoro a 60 persone: si tratta di lavoratori a basso reddito che vengono seguiti dall’ufficio tecnico comunale. Il progetto di circa 80 mila euro è stato finanziato dalla Regione all’interno delle misure per il contrasto delle povertà».

Il paese viene diviso in tre diverse aree che vedono l’impiego di queste persone che lavorano per conto della ditta Eurogest che gestisce il sistema di raccolta dei rifiuti e la pulizia delle strade. «In questo modo – aggiunge l’assessore Paolo Onnis – il paese si presenta più pulito, ma anche più sicuro».

Intanto il Comune ha da tempo dichiarato guerra aperta a chi abbandona rifiuti soprattutto in campagna anche se da qualche tempo si ha un migliore controllo del territorio grazie all’azione della compagnia barracellare e ai volontari dell’Anpana (associazione nazionale protezione animali natura ambiente). Questo consentirà un risparmio per le casse del Comune che in passato ha speso più di 10 mila euro per la bonifica di una discarica abusiva d’amianto in località Funtan’e canna. «Purtroppo – conclude l’assessore Paolo Onnis – la maleducazione è ancora forte. Tempo fa, ad esempio, era stata trovata una discarica di gomme d’auto».

Inoltre in zone strategiche del paese a breve dovrebbero essere collocati nuovi raccoglitori per i rifiuti, in particolare contenitori per le cicche di sigaretta, le batterie, toner e cartucce esauste. Ci saranno anche distributori di bustine per la raccolta degli escrementi degli animali.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Condividi la pagina

Lascia un commento